Avvera: nel 2024 business raggiungerà 1,5 mld

Avvera LogoAvvera, società del gruppo Credem specializzata nei mutui e nel credito al consumo per i privati, ha presentato gli sfidanti obiettivi di business che guideranno l’attività nei prossimi tre anni. 

Gli obiettivi dichiarati dall’amministratore delegato Lorenzo Montanari sono:

  • confermare la leadership nel mercato dei mutui con la rete di agenti capitanata dal vice direttore generale e direttore commerciale della rete mutui Giandomenico Carullo;
  • aumentare il posizionamento della cessione del quinto sul mercato grazie all’attività della rete in sinergia con Umberto Redaelli, direttore commerciale cessione del quinto e prestiti personali;
  • iniziare a raggiungere un ruolo di rilievo nel credito al consumo finalizzato, attraverso  la nuova rete commerciale ufficialmente guidata dal direttore commerciale rete agenti multiprodotto Fabio Peluso;
  • diventare player di riferimento nel mondo delle partnership bancarie grazie al team gestito da Lorenzo Rovida, direttore commerciale banche partner e responsabile marketing.

Nel dettaglio, Avvera prevede una crescita decisa delle dimensioni del business, soprattutto grazie allo sviluppo dei nuovi prodotti di prestito personale e prestito finalizzato, che porteranno nel 2024 a volumi annui totali di business vicini a 1 miliardo e mezzo, più del doppio rispetto quelli registrati dalla società nel 2020. Allo stesso modo anche lo stock di portafoglio crescerà in modo importante raggiungendo i 2 miliardi e mezzo. Particolarmente significativo sarà lo sviluppo del prodotto prestito personale, che raggiungerà 450 milioni di volumi erogati nel 2024 principalmente grazie alle partnership commerciali e al contributo delle filiali Credem, che inizieranno a collocare il prodotto Avvera nei prossimi anni. Questi obiettivi saranno supportati da importanti investimenti tecnologici e progettuali, congiuntamente ad un consolidamento della struttura organizzativa, necessari per operare in un contesto di mercato di forte competizione caratterizzato da uno scenario macroeconomico avverso e con prospettive di lenta ripresa. Previsto in aumento nei prossimi anni anche il livello di efficienza, grazie al raggiungimento di economie di scala dovute alla crescita dei volumi di business e al progressivo affinamento dell’infrastruttura tecnologica, che permetteranno ad Avvera di posizionarsi al livello dei migliori operatori di mercato in termini di cost/income.

Nonostante l’importante crescita dei volumi di business, non sarà compromesso quello che è uno dei più importanti asset di Avvera e del gruppo Credem, ovvero la qualità del portafoglio. Tali obiettivi saranno raggiunti grazie l’attenzione costante ai criteri di valutazione della clientela”, ha dichiarato Virginia Manfrini, responsabile area pianificazione e controllo di gestione.

“In 18 mesi abbiamo imparato tantissime cose, intraprendendo questa sfida con coraggio e un po’ di follia – ha dichiarato l’amministratore delegato Lorenzo Montanari -. Ci aspetta un triennio molto impegnativo, con l’obiettivo di diventare un playmaker di riferimento nel mercato italiano dei crediti alle famiglie. Siamo un modello che ancora non esisteva, in forte sinergia con Credem Banca e con un posizionamento di brand, chiaro e distintivo sul mercato”, ha aggiunto Montanari, “Non si può fare niente senza persone motivate, ingaggiate, entusiaste. Dobbiamo ascoltarle, dare loro un obiettivo, un sogno, un progetto, decidere con loro e per loro: farle sentire al centro”.