Axa, nel 2014 utile netto consolidato in crescita del 9%

Axa LogoIl 2014 è stato caratterizzato per Axa dalla costituzione del nuovo unico gruppo assicurativo Axa Italia, dalla conseguente riorganizzazione e dal nuovo piano industriale. Il nuovo gruppo riunisce e valorizza le diverse anime del polo agenziale di AxaAssicurazioni e di quello bancassicurativo di Axa Mps, sotto la guida dell’Amministratore Delegato, Frédéric de Courtois, coadiuvato dai due direttori generali per lo sviluppo del business, Maurizio Cappiello in Axa Assicurazioni e Béatrice Dérouvroy in Axa Mps.

ll 2014, si legge in una nota, si è chiuso con una raccolta premi in crescita del 27% a 8,0 miliardi di euro ed un utile consolidato di 355 milioni di euro, in crescita di circa il 9% rispetto al 2013, con una contribuzione di 157 milioni di euro da parte di Axa Assicurazioni e 198 milioni di euro da parte di Axa Mps. L’indice di solvibilità consolidato è 176%.

Le riserve tecniche ammontano complessivamente a 31 miliardi di euro.

La quota di mercato in Italia del gruppo Axa si attesta intorno al 5,1% nel Vita e al 4,9% nel Danni, ed inoltre il paese mantiene un peso consistente nella raccolta assicurativa globale di Axa (Gross Revenues), con un’incidenza dell’8,7% sul Vita e del 5,2% sul Danni.

Il 2014 è stato un anno importante – ha dichiarato Frédéric de Courtois, amministratore delegato di Axa Italia – per l’implementazione di una nuova governance che ha permesso al Gruppo Axa Italia di consolidare la sua presenza sul mercato assicurativo e di porre le basi, attraverso degli ottimi risultati, per una crescita sostenibile fondata sui due pilastri distributivi, agenti e banche. In un contesto sfidante come quello attuale, Axa Italia vuole continuare a raccogliere la sfida del cambiamento, interpretandolo in una chiave di innovazione, che significa fornire servizi di qualità e “valori” nei quali riconoscersi, nella consapevolezza del ruolo sociale del proprio mestiere”.

Focus sul Danni

Nel ramo Danni, nonostante il permanere del ciclo negativo del mercato (-3%), Axa Italia ha mantenuto un livello pressoché inalterato di produzione, contabilizzando 1,6 miliardi di euro (-0,2% vs 2013). La raccolta di 1,4 miliardi di euro del canale agenziale di AXA Assicurazioni è stata contraddistinta da sostanziale stabilità (-1,5% vs 2013), determinata dal bilanciamento tra aumento del portafoglio e riduzione del premio medio causata dalla forte concorrenza sul mercato. Dal punto di vista bancassicurativo, è proseguita la crescita a due cifre del comparto, con una raccolta di 161 milioni di euro (+12% vs 2013). Il combined ratio si conferma a 94,7%, a testimonianza di una solida profittabilità.

Focus sul Vita

Nel ramo Vita la raccolta premi raggiunge i 6,4 miliardi di euro, in crescita del 35% rispetto al 2013, guidata per 5,7 miliardi di euro dal canale bancassicurativo di Axa Mps mentre il canale agenziale di AXA Assicurazioni si attesta a 668 milioni. In particolare si registra un remix di portafoglio, con le soluzioni unit linked che contribuiscono al 61% del business. Anche il comparto protezione continua a dare risultati con una raccolta di 125 milioni di euro, in crescita del 4% rispetto all’anno precedente.

Focus canale Agenti

Il 2014 è stato contraddistinto dall’industrializzazione del programma “Costruire la rete”, che ha portato all’inserimento di 22 nuove Agenzie e di 98 nuove subagenzie, nonché dal rafforzamento della rete dedicata sia al collocamento di prodotti Vita (circa 400 consulenti), sia alla consulenza nel settore delle Piccole e Medie imprese (circa 120 consulenti). Le azioni intraprese si riflettono in un tasso elevato di soddisfazione della rete distributiva (il cosiddetto “Distributor Scope”), pari al 75%.

Focus Bancassicurazione

Un 2014 all’insegna del consolidamento per Axa Mps con volumi in crescita: nei rami danni si segnala la crescita del comparto Rc Auto con una raccolta di 50 milioni di euro. Risultati positivi anche nell’ambito dell’offerta multigaranzia per gli individui (Persona e Patrimonio) e per le Imprese, con il lancio di “Tutta La Vita” una soluzione innovativa multigaranzia (a tutela di perdita di autosufficienza, malattia grave o prematura scomparsa) che, lanciata a fine ottobre, registra 2,6M€ di raccolta. La previdenza integrativa si attesta a 275 milioni di euro, in crescita del 38%, mentre tramite il direct marketing sono stati raccolti 19 milioni di euro (+87%).

Novità di governance

Nel 2014 è stata finalizzata la nuova governance “Axa One Italy” per rafforzare la strategia di sviluppo e crescita sul mercato italiano, attraverso la creazione di sinergie e progettualità congiunte tra le diverse fabbriche prodotto e distributive di Axa in Italia. Nello specifico essa si esplicita attraverso:

  • Una holding – succursale italiana della Axa Mediterranean Holding – che detiene il controllo di Axa Assicurazioni e ha come rappresentante legale per l’Italia Frédéric de Courtois.
  • Un unico Gruppo Assicurativo Axa Italia – che fa leva sulle caratteristiche peculiari delle compagnie Axa Assicurazioni (capogruppo) e Axa Mps (la joint venture con Banca Monte dei Paschi di Siena).
  • Una società consortile – Axa Italia Servizi – costituita dalle varie società del Gruppo, con l’obiettivo di creare sinergie tra i servizi e di rafforzare efficienza ed omogeneità dei processi.
  • Un nuovo veicolo – Quadra Assicurazioni – per estendere prodotti e servizi di protezione a terzi distributori, beneficiando dell’expertise locale e internazionale di Axa in ambito bancassicurativo e di partnership.

Axa, nel 2014 utile netto consolidato in crescita del 9% ultima modifica: 2015-06-04T15:40:53+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: