Banca Carige, concluso con successo l’aumento di capitale

Banca Carige LogoBanca Carige ha reso noto che in data 4 luglio si è conclusa l’offerta in opzione delle massime n. 7.992.888.534 azioni ordinarie Banca Carige di nuova emissione rivenienti dall’aumento di capitale in opzione deliberato dal Consiglio di Amministrazione nelle sedute del 27 marzo 2014 e 12 giugno 2014 in esecuzione della delega conferitagli, ai sensi dell’articolo 2443 del Codice Civile, dall’Assemblea Straordinaria del 29 aprile 2013.

Durante il periodo di offerta in opzione, iniziato il 16 giugno 2014 e conclusosi il 4 luglio 2014 (estremi inclusi), sono stati esercitati n. 2.145.619.350 diritti di opzione per la sottoscrizione di n. 7.981.703.982 Nuove Azioni, pari al 99,9% del totale delle Nuove Azioni offerte, per un controvalore complessivo di Euro 798.170.398,20.

Al termine del Periodo di Offerta risultano non esercitati n. 3.006.600 diritti di opzione che danno diritto alla sottoscrizione di complessive n. 11.184.552 Nuove Azioni, pari allo 0,1% del totale delle Nuove Azioni offerte, per un controvalore di Euro 1.118.455,20 (i “Diritti”).

I Diritti, ai sensi dell’articolo 2441, comma 3, del Codice Civile, saranno offerti in borsa per conto di Banca Carige tramite l’Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane S.p.A. nelle sedute dell’8, 9, 10, 11 e 14 luglio 2014, salvo chiusura anticipata (l'”Offerta in Borsa”). Nel corso della prima seduta sarà offerto l’intero quantitativo dei Diritti; nelle sedute successive alla prima saranno offerti i Diritti eventualmente non collocati nelle sedute precedenti.

I Diritti potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle Nuove Azioni, al prezzo di Euro 0,10 cadauna, nel rapporto di n. 93 Nuove Azioni ogni n. 25 Diritti.

L’esercizio dei Diritti acquistati nell’ambito dell’Offerta in Borsa e, conseguentemente, la sottoscrizione delle Nuove Azioni dovrà essere effettuato tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A., a pena di decadenza, entro e non oltre il 15 luglio 2014, con pari valuta, salvo il caso in cui l’Offerta in Borsa si chiuda anticipatamente, a seguito della vendita di tutti i Diritti offerti nelle sedute dell’8 e 9 luglio 2014.

Data di pagamento in caso di chiusura anticipata dell’Offerta in Borsa 
Nel caso di chiusura anticipata dell’Offerta in Borsa, l’esercizio dei Diritti acquistati nell’ambito della predetta offerta dovrà essere effettuato anticipatamente, a pena di decadenza, entro e non oltre il terzo giorno di borsa aperta successivo a quello di comunicazione della chiusura anticipata e quindi:

– entro e non oltre l’11 luglio 2014, con pari valuta, in caso di chiusura anticipata l’8 luglio 2014;
– entro e non oltre il 14 luglio 2014, con pari valuta, in caso di chiusura anticipata il 9 luglio 2014.

Resta comunque inteso che qualora i Diritti offerti non siano integralmente venduti nelle prime due sedute di borsa sopra indicate (ossia nelle sedute dell’8 e 9 luglio 2014), il termine ultimo per la sottoscrizione delle Nuove Azioni rimarrà il giorno 15 luglio 2014.

Le Nuove Azioni rivenienti dall’esercizio dei Diritti saranno accreditate sui conti degli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. al termine della giornata contabile dell’ultimo giorno di esercizio dei Diritti e saranno pertanto disponibili dal giorno di liquidazione successivo.

Si ricorda che l’offerta è assistita da un consorzio di garanzia composto da Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A., in qualità di Global Coordinator e Joint Bookrunner, Citigroup Global Markets Limited, Credit Suisse Securities (Europe) Limited, Deutsche Bank A.G. London Branch e UniCredit Bank AG, Succursale di Milano, in qualità di Co-Global Coordinators e Joint Bookrunner, Banco Santander SA, Commerzbank Aktiengesellschaft – London Branch e Nomura International plc., in qualità di Joint Bookrunner, e Banca Akros S.p.A., Banca Aletti & C. S.p.A. e Intermonte SIM S.p.A., in qualità di Co-Lead Manager, ai sensi di un contratto di garanzia sottoscritto con Banca Carige in data 13 giugno 2014.

Il prospetto relativo all’offerta in opzione e all’ammissione a quotazione delle Nuove Azioni (composto da documento di registrazione, nota informativa e nota di sintesi) nonché il supplemento al prospetto sono a disposizione del pubblico presso la sede legale di Banca Carige (Genova, via Cassa di Risparmio n. 15) e sul sito internet di Banca Carige.

Leggi il comunicato

Banca Carige, concluso con successo l’aumento di capitale ultima modifica: 2014-07-07T18:47:24+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: