Banca Carige: la procura di Genova chiede chiarimenti alla Banca d’Italia

Dopo avere ricevuto le relazioni della Banca d’Italia sull’operato del cda decaduto di Banca Carige, la procura di Genova ha aperto un fascicolo di indagine ex articolo 45 del codice di procedura penale, ovvero “per atti relativi” e dunque senza ipotesi di reato e a carico di ignoti. In relazione a questo fascicolo di indagine, assegnato al procuratore aggiunto Nicola Piacente, coordinatore del gruppo Economia, la procura ha chiesto ufficialmente a Bankitalia chiarimenti in merito ai contenuti della nota di accompagnamento recapitata alla procura insieme alle due relazioni relative alla concessioni di mutui e prestiti e, più in generale, sull’operato del cda decaduto.

Massimo riserbo sui contenuti della comunicazione inviata dalla procura all’istituto di credito centrale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Banca Carige: la procura di Genova chiede chiarimenti alla Banca d’Italia ultima modifica: 2013-09-11T11:31:27+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: