Banca Carige, nel primo trimestre risultato netto di 17 milioni

Banca Carige LogoIl consiglio di amministrazione di Banca Carige, riunitosi sotto la presidenza di Cesare Castelbarco Albani, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2014, illustrato dall’Amministratore Delegato Piero Luigi Montani. In un contesto caratterizzato da deboli segnali di avvio della ripresa economica e in linea con la mission di banca commerciale, ribadita nel Piano Strategico 2014 – 2018, la gestione del primo trimestre del Gruppo, si legge in una nota, riflette i risultati dell’intensa opera di riduzione dei profili di rischio condotta dal nuovo management a partire dell’ultimo trimestre dello scorso esercizio.

Il rigoroso controllo ha riguardato i principali profili di rischio, traducendosi in: 
– attenuazione del deterioramento della qualità del portafoglio crediti, con minori flussi in ingresso nelle singole categorie dei crediti deteriorati, rispetto sia al primo sia all’ultimo 
trimestre del 2013; 
– miglioramento della situazione di liquidità attraverso lo smobilizzo di parte del portafoglio titoli governativi e il riposizionamento su scadenze brevi (la vita media residua è calata da 7,73 anni al 31/3/2013, a 2,86 anni al 31/12/2013 a 1,75 anni al 31/3/2014); 
– restituzione anticipata del 30% del prestito LTRO per un totale di 2 miliardi, che ad oggi quindi residua in 5 miliardi.

Nel trimestre, la ripresa dei mercati finanziari e le nuove sottoscrizioni di fondi comuni da parte della clientela hanno consentito una lieve crescita del risparmio complessivamente raccolto (AFI), salito a 48,3 miliardi (+0,9%).

Ai sensi della vigente normativa di vigilanza, il Consiglio di Amministrazione ha effettuato la verifica dei prescritti requisiti di professionalità, onorabilità ed indipendenza in capo ai membri del Collegio Sindacale, nominati per il triennio 2014 – 2016 dall’Assemblea dei Soci del 30 aprile 2014. In particolare, sulla base delle informazioni fornite da ciascun Sindaco o comunque a disposizione della Banca, il Consiglio ha verificato, in capo al Presidente del Collegio Sindacale Stefano Lunardi, al Sindaco effettivo Maddalena Costa e ai Sindaci supplenti Francesco Isoppi e Vittorio Rocchetti, la sussistenza dei requisiti previsti dall’art. 148, comma 3, del D. Lgs. n. 58/1998, nonché dei requisiti applicabili di cui al Codice di Autodisciplina delle società quotate. 

Il Consiglio ha inoltre accertato, all’esito di approfondimenti effettuati, l’insussistenza dei predetti requisiti di cui all’art. 148, comma 3, del D. Lgs. n. 58/1998 in capo al Sindaco effettivo Diego Maggio, dichiarandone conseguentemente, ai sensi della predetta norma, la decadenza dalla carica. A Diego Maggio è subentrato nella carica di Sindaco effettivo, ai sensi dell’art. 2401 del Codice Civile e dell’art. 26, comma 10, dello Statuto, il Sindaco supplente Vittorio Rocchetti, nominato dall’Assemblea dalla medesima lista votata dalla maggioranza assembleare e presentata dal Socio Fondazione Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. 

Leggi il comunicato

Banca Carige, nel primo trimestre risultato netto di 17 milioni ultima modifica: 2014-05-16T12:34:05+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: