Banca del Fucino con Tnotice per digitalizzare cessione del quinto e tfs

Banca del Fucino LogoDigitalizzare tutti i processi di front end dei finanziamenti con cessione del quinto e anticipo del trattamento di fine servizio. Con questo obiettivo Banca del Fucino, capogruppo del gruppo bancario Igea Banca, ha avviato con Tnotice, operatore postale digitale, un processo gestionale integrato che sfrutta il servizio elettronico di recapito certificato.

Nel dettaglio, la nuova tecnologia, completa di firma elettronica, è stata integrata con le procedure gestionali dei finanziamenti con cessione del quinto (cqs) e di trattamento di fine servizio (tfs) della banca, consentendo la completa dematerializzazione dei contratti.

Banca del Fucino semplifica così tutto il processo di perfezionamento dei prestiti cqs e tfs ai lavoratori e pensionati. La gestione documentale mediante Tnotice consentirà di azzerare totalmente il consumo di carta e rientra nel più ampio impegno della banca a promuovere soluzioni e processi di business ecosostenibili, tra cui figura anche l’attenzione alla dematerializzazione di ogni possibile documento.

Grazie all’integrazione con i servizi Tnotice, da oggi la modulistica contrattuale relativa ai prestiti con cessione del quinto e di trattamento di fine servizio di Banca del Fucino sarà sottoscritta e gestita in modalità totalmente digitale rendendo possibile la trasmissione in tempo reale secondo i più elevati standard di sicurezza.

Si tratta di un ulteriore, importante passo avanti nel percorso di innovazione tecnologica applicata ai processi, che stiamo riuscendo a realizzare anche su prodotti complessi come la cessione del quinto – sottolinea Tommaso Di Chiara, responsabile della direzione crediti al lavoro e dello sviluppo della rete agenti di Banca del Fucino -. L’azzeramento di buona parte delle tempistiche operative andrà a beneficio della nostra clientela e siamo già al lavoro per portare su questi livelli di servizio anche gli altri prodotti gestiti”.

Durante questo comune e proficuo percorso con il management di Banca del Fucino, ne abbiamo condiviso i valori ed apprezzato le innovative progettualità alle quali riteniamo di aver dato un prezioso contributo – commenta Alberto Lenza, amministratore delegato di Tnotice -. Rendendo più efficienti le trasmissioni documentali e la loro sottoscrizione, abbiamo contribuito a rendere più rapido e sicuro il perfezionamento dell’operazione a vantaggio di tutti gli attori del processo e dell’ambiente”.