Banca d’Italia, revoca dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività nei confronti di 2 Pay s.r.l.

Banca d'Italia Logo UltimoCon provvedimento del 24 luglio 2017 la Banca d’Italia ha disposto, ai sensi dell’art.113-ter, comma 1, lett. a), del T.u.b., come richiamato dall’art. 114-quinquies.3, comma 2, del medesimo Testo unico, la revoca dell’autorizzazione di 2 Pay Istituto di moneta elettronica s.r.l., con sede a Padova.

2Pay, app mobile per dispositivi iOs e Android è un sistema di pagamento mobile ed anche uno strumento per effettuare trasferimenti di denaro in tempo reale a costo zero e direttamente dal cellulare, utilizzando come “Iban” il proprio numero di telefono.

Questo sistema di pagamento è stato realizzato dalla IMEL s.r.l. un’azienda startup italiana con sede a Padova, che è riuscita a raccogliere più di 2 milioni di euro da investitori privati.

2Pay si inserisce tra le altre app di pagamenti elettronici, come Google Wallet e PayPal e Apple Pay e tra le app per l’invio di denaro da uno smartphone all’altro, come ad esempio Satispay, iniziativa realizzata da un’altra startup italiana.

Per poter pagare con 2Pay bisogna scarica gratuitamente l’app sul proprio smartphone e registrarsi inserendo il proprio numero di telefono; una volta che l’app è stata scaricata e completata la registrazione, il servizio genera un Iban 2Pay certificato  rilasciato dall’Istituto di Moneta Elettronica autorizzato e controllato dalla Banca d’Italia che corrisponde al numero di cellulare ed a cui dovrà essere aggiunto un codice di sicurezza.

Banca d’Italia, revoca dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività nei confronti di 2 Pay s.r.l. ultima modifica: 2017-08-09T13:12:23+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: