Banca d’Italia: a novembre prestiti e mutui alle famiglie in calo, aumentano i tassi

Nel Bollettino Statistico della Banca d’Italia emergono dati interessanti a proposito dei prestiti e mutui alla famiglie italiane e, parallelamente, dei tassi di interesse. In particolare, a novembre dello scorso anno il tasso di crescita sui dodici mesi dei prestiti al settore privato è sceso al 3,5% dal 4,2 di ottobre. Il rallentamento ha riguardato sia i prestiti alle famiglie (3,9% contro il 4,3 di ottobre) sia quelli alle società non finanziarie (4,4% dal 5,3 di ottobre).

I tassi d’interesse sui prestiti erogati nel mese alle società non finanziarie sono invece cresciuti rispetto a ottobre, raggiungendo quota 3,86% (+0,12%). I tassi d’interesse, comprensivi delle spese accessorie, sui mutui per l’acquisto di abitazioni sono aumentati al 3,98% dal 3,81% di ottobre (+0,17%), mentre quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono diminuiti dello 0,23% rispetto a ottobre, passando dal 9,31% al 9,08%.

I tassi di interesse sui nuovi depositi con scadenza prestabilita sono aumentati al 2,60% dal 2,45% di ottobre. I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono cresciuti all’1,05% (1% il mese precedente).

Per quanto riguarda le sofferenze, a novembre 2011, il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze è rimasto invariato rispetto al mese precedente al 22,1%, mentre per la raccolta il tasso di crescita annuale dei depositi del settore privato è stato pari a -0,7% (-0,6 a ottobre). Il tasso di crescita sui dodici mesi della raccolta obbligazionaria è cresciuto al 6,3% dal 5,5% del mese precedente.

Banca d’Italia: a novembre prestiti e mutui alle famiglie in calo, aumentano i tassi ultima modifica: 2012-01-11T14:33:09+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: