Banca d’Italia: cresciuto nel 2010 il mercato dei mutui

Una crescita del 12% rispetto all’anno precedente, con un erogato complessivo pari a 57 miliardi di euro. Nel corso del 2010 il mercato dei mutui in Italia è tornato a svilupparsi, lasciandosi alle spalle la fase di stagnazione causata dalla crisi economica globale. È questo il dato più significativo emerso dall’ultima Relazione annuale della Banca d’Italia, basata su dati e stime raccolti nel corso dell’anno passato.

Non considerando surroghe e sostituzioni, che comportano la stipula di un nuovo contratto di mutuo al posto di quello in essere”, si legge nel documento, “la crescita è stata sostenuta, con un più 19%. Nel 2010, in media, oltre l’80% dei nuovi mutui è stato concesso a tasso variabile, un valore doppio rispetto al dato registrato per l’area dell’euro. Nella parte finale dell’anno le attese di futuri incrementi dei tassi di politica monetaria hanno spinto le famiglie a ridurre le richieste di contratti di mutuo a tasso variabile”.

Secondo l’istituto centrale, sono state circa 43.000 le famiglie che fino a marzo scorso hanno sospeso il pagamento dei mutui, con un debito residuo pari a 5 miliardi, poco meno del 2% delle consistenze in essere. La moratoria ha riguardato i contratti di importo non superiore ai 150.000 euro, relativi all’abitazione principale e concessi a mutuatari con un reddito annuo inferiore a 40.000 euro. Il periodo inizialmente fissato per la presentazione delle richieste, un anno a partire dal febbraio del 2010, è stato successivamente esteso fino a luglio del 2011. In base ai dati raccolti presso gli intermediari e a quelli forniti dall’Associazione bancaria italiana, Bankitalia stima che le moratorie relative a mutui in arretrato nei rimborsi rappresentino meno di un decimo dei mutui totali con ritardato pagamento della rata.

Nel corso dell’anno anche i finanziamenti alle imprese hanno sperimentato una ripresa, con una crescita su base annua stimato intorno al 5,2%, l’incremento più sostenuto tra tutti i principali Paesi dell’Eurozona. Secondo la Banca d’Italia si tratta di un’accelerazione di un trend già affiorato lo scorso anno, quando il credito all’economia era aumentato del 2,8%, invertendo il dato negativo (meno 0,7%) dell’anno precedente.

Banca d’Italia: cresciuto nel 2010 il mercato dei mutui ultima modifica: 2011-06-10T07:20:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: