Banca d’Italia, il sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia

Il sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia di luglio della Banca d’Italia ha registrato un aumento della percentuale di agenti immobiliari che hanno segnalato una diminuzione dei prezzi delle abitazioni, infatti è cresciuta dal 44,2% della precedente indagine al 46,8%.

La quota di agenzie che nei mesi primaverili hanno venduto almeno un immobile è rimasta invariata, al 69,3%; a una flessione nelle regioni settentrionali si è contrapposto un aumento registrato in quelle del Centro.
Invariato anche il margine di riduzione dei prezzi di vendita stabile intorno al 12%: alla flessione registrata nelle aree urbane (all’11,3%, dal 12% nella precedente rilevazione) si è contrapposto un modesto aumento in quelle non urbane (al 12,6%, dal 12,1). Si conferma appena superiore ai 7 mesi il tempo medio di completamento dell’incarico.

LEGGI IL SONDAGGIO COMPLETO

Banca d’Italia, il sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia ultima modifica: 2011-08-24T20:57:55+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: