Banca d’Italia: migliorano, secondo le imprese, le condizioni di accesso al credito

Banca Italia LogoContinua la tendenza al miglioramento delle condizioni di accesso al credito in atto da dicembre 2012. Lo rileva la Banca d’Italia nell’ultima indagine sulle aspettative di inflazione e crescita.

Nell’ultimo trimestre, spiegano gli esperti di Palazzo Koch, il saldo percentuale tra la quota di aziende che segnala un più agevole accesso rispetto al trimestre precedente e quella che indica maggiori difficoltà si è attestato a 4,7 punti percentuali (da -2,4), diventando positivo per la prima volta da quando è stata introdotta la domanda (primo trimestre del 2008). In particolare, le condizioni di accesso al credito vengono indicate in miglioramento dal 12,3 per cento delle imprese (10,1 in dicembre) e in peggioramento dal 7,6 per cento (contro il 12,5 di dicembre); aumenta tuttavia la percentuale di coloro che le ritengono invariate (80,1 per cento, da 77,4 nella rilevazione precedente).

Anche le attese sulla posizione di liquidità nel breve termine sono migliorate: la percentuale degli operatori che ritiene che la posizione sarà insufficiente nei prossimi tre mesi è scesa al 15,5 per cento (dal 19,9 censito in dicembre), così come la quota di coloro che la reputano più che sufficiente è cresciuta al 21,6 per cento (dal 18,5). I giudizi continuano a risultare relativamente più favorevoli per le imprese di maggiori dimensioni.

Consulta l’indagine della Banca d’Italia

Banca d’Italia: migliorano, secondo le imprese, le condizioni di accesso al credito ultima modifica: 2015-04-13T10:43:02+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: