Banca d’Italia: prestiti a imprese e famiglie in contrazione nel Lazio

‘Le indagini presso le banche – si può leggere nel report – evidenziano che l’andamento dei prestiti alle imprese ha risentito del ridimensionamento della spesa per investimenti; il calo della domanda di finanziamenti è previsto attenuarsi nella seconda parte del 2012. Dal lato dell’offerta di credito alle imprese la persistenza di tensioni nella prima metà dell’anno si è tradotta principalmente in un aumento dei tassi d’interesse, dei costi accessori e delle garanzie richieste. Nelle valutazioni delle banche le condizioni applicate non subirebbero ulteriori variazioni nella seconda parte del 2012”.

La contrazione subita dall’attività economica si è riflessa sulla rischiosità del credito alle imprese, che ha raggiunto i livelli più alti dall’inizio della crisi. Parlallelamente peggiora la qualità dei finanziamenti erogati nel manifatturiero e in particolare nell’edilizia. Nel corso del primo semestre i depositi bancari delle famiglie sono rimasti sostanzialmente stazionari: la riduzione dei conti correnti è stata compensata da altre forme di deposito, rimborsabili con preavviso e con durata stabilita, maggiormente remunerative.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Banca d’Italia: prestiti a imprese e famiglie in contrazione nel Lazio ultima modifica: 2012-11-20T11:02:20+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: