Banca d’Italia: prestiti in contrazione, aumentano depositi e sofferenze

A maggio è rallentata la crescita dei prestiti bancari al settore privato, con il passaggio in negativo di quelli alle sole imprese, mentre sono cresciuti, seppur marginalmente, i depositi. In lieve rialzo anche le sofferenze bancarie.A rivelarlo sono gli ultimi dati pubblicati dalla Banca d’Italia.

Secondo Palazzo Koch, la crescita annua dei prestiti al settore privato a maggio è stata dello 0,7%, in rallentamento dall’1,7% di aprile. In particolare i prestiti alle famiglie sono cresciti dell’1,4% dopo il +1,8% di aprile, mentre i prestiti alle imprese sono scesi dello 0,4% da +1,3% di aprile.

I depositi bancari in maggio hanno visto una crescita annua di 2,1%, contro 1,8% aprile.

Sono crescite leggermente le sofferenze bancarie a +15,1% da 14,6% di aprile.

Sostanzialmente invariati i tassi di interesse sui nuovi finanziamenti alle imprese in maggio (quelli oltre un milione di euro) a 3,13% da 3,12% di aprile.

Banca d’Italia: prestiti in contrazione, aumentano depositi e sofferenze ultima modifica: 2012-07-10T17:35:28+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: