Banca d’Italia, pubblicate nuove disposizioni di vigilanza su politiche e prassi di remunerazione e incentivazione per le banche

Banca Italia LogoLa Banca d’Italia ha pubblicato il 7° aggiornamento alla circolare n. 285 del 17 dicembre 2013, recante “Disposizioni di vigilanza per le banche”, con cui è stato introdotto, alla parte prima, Titolo IV, il nuovo Capitolo 2 dedicato alle “Politiche e prassi di remunerazione e incentivazione”.

Le nuove disposizioni di vigilanza, spiega una nota, danno attuazione alla direttiva 2013/36/Ue (CRD IV) relativamente alle previsioni in materia di politiche e prassi di remunerazione e incentivazione nelle banche e nei gruppi bancari, e tengono conto degli indirizzi e dei criteri concordati in sede internazionale, tra cui quelli dell’EBA e dell’FSB. Le stesse si integrano con gli RTS (Regulatory Technical Standards) emanati dalla Commissione europea, su proposta dell’Eba, ai sensi della CRD IV.

Anche in linea con l’impostazione europea, le nuove disposizioni formano parte integrante delle regole sull’organizzazione e sul governo societario e si inseriscono in un più ampio sistema normativo che comprende anche la disciplina specifica per le società quotate e per la distribuzione dei prodotti bancari nonché dei servizi e delle attività di investimento. Rispetto a quest’ultimo profilo, le nuove disposizioni si integrano con quelle adottate dalla Consob in tema di politiche e prassi di remunerazione, volte a garantire il rispetto delle norme di correttezza e trasparenza nella prestazione dei servizi e delle attività di investimento e per l’effettiva gestione dei relativi conflitti di interesse.

Leggi la nota della Banca d’Italia

Consulta il testo della circolare n. 285 del 17 dicembre 2013

Banca d’Italia, pubblicate nuove disposizioni di vigilanza su politiche e prassi di remunerazione e incentivazione per le banche ultima modifica: 2014-11-20T10:41:24+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: