Banca d’Italia, Tarantola in audizione alla Commissione X della Camera dei Deputati su Basilea III

Il vice direttore generale di Banca d’Italia, Anna Maria Tarantola, è stata ascoltata dalla Commissione X della Camera dei Deputati (Attività produttive, commercio e turismo) in relazione alle nuove regole prudenziali proposte dal Comitato di Basilea e al loro possibile impatto sulle banche e sulle imprese italiane.

La crisi economica mondiale, che ha investito anche il nostro Paese e dalla quale ancora oggi stentiamo a uscire – si legge nelle conclusioni dell’audizione – è costata all’Italia oltre 6 punti percentuali di prodotto nel biennio 2008-09. Pur essendo il nostro un sistema bancario fondamentalmente sano, ancorato a un modello di intermediazione attento alle esigenze degli operatori economici, stiamo osservando una prolungata contrazione dei prestiti alle imprese che ha in parte riflesso le esigenze di alcuni intermediari di riequilibrare le condizioni di liquidità e di capitalizzazione”.

La Banca d’Italia, che ha attivamente partecipato ai lavori – continua la relazione della Tarantola – ne condivide le finalità di fondo: il miglioramento dei profili di capitale e liquidità degli intermediari bancari e una maggiore omogeneità delle regole a livello internazionale. Si tratta di obiettivi coerenti con l’approccio che la Vigilanza da sempre segue nell’attività di regolamentazione e di supervisione. Gli effetti dei nuovi standard sulle banche italiane non saranno trascurabili. Occorre dunque che gli intermediari proseguano nell’azione di rafforzamento dei profili di capitale e liquidità, così da rendere graduale l’avvicinamento al nuovo framework. Il Legislatore e il Governo potranno agevolare questi processi con adeguate misure a sostegno delle operazioni di capitalizzazione (di cui l’istituzione del Fondo Italiano d’Investimento rappresenta un recente esempio) o di altre operazioni volte ad accrescere la dimensione d’impresa e, con essa, la capacità di accedere direttamente ai mercati finanziari. La Banca d’Italia, dal canto suo, continuerà ad operare perché le banche e le imprese del nostro Paese sappiano cogliere le opportunità offerte dal nuovo quadro regolamentare.”.

Leggi la relazione completa

Banca d’Italia, Tarantola in audizione alla Commissione X della Camera dei Deputati su Basilea III ultima modifica: 2010-10-08T10:12:45+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: