Banca Etica e l’Associazione Borghi Autentici insieme per lo sviluppo sostenibile locale

Banca Etica Banca popolare Etica LogoBanca Etica e l’Associazione Borghi Autentici d’Italia (Bai) hanno firma oggi a Biccari (Foggia) un protocollo d’intesa che mira a sostenere con strumenti finanziari e di promozione culturale la rete degli oltre 5.000 borghi caratteristici italiani.

“Il capitale sociale e la qualità ambientale che connotano tanti Comuni italiani, che si traducono in ricchezza paesaggistica, artigiana, culturale e imprenditoriale, possono e deve essere centrale in questa fase di rilancio dell’economia e di graduale superamento della crisi nel segno dell’innovazione sociale e dello sviluppo sostenibile – si legge in una nota -. Il protocollo firmato oggi, nell’ambito della Festa Nazionale dei Borghi Autentici in corso a Biccari dal 15 al 18 giugno, vuole sostenere con gli strumenti della finanza etica la crescita delle attività dell’Associazione Bai”.

Crowdfunding

L’accordo prevede che i Borghi Autentici possano finanziare i propri progetti di rilancio anche grazie alle piattaforme di crowdfunding messe a disposizione di Banca Etica sia per raccolte fondi tra privati cittadini e organizzazioni (donation e reward crowdfunding) sia per progetti più grandi destinati a offrire un servizio pubblico o a portare benessere all’intera comunità (civic crowdfunding).

Credito e servizi per l’inclusione finanziaria

Banca Etica offre servizi e finanziamenti a sostegno della nascita e crescita delle Cooperative di Comunità: un modello di innovazione sociale in cui i cittadini sono produttori e fruitori di beni e servizi che incidono in modo stabile e duraturo sulla qualità della vita della comunità. Dal lato del credito: mutui; anticipi fatture; finanziamenti per impianti che producono energia da fonti rinnovabili; affidamenti in conto corrente e microcredito potranno sostenere la realizzazione e la crescita dei progetti migliori; anche le persone che lavorano nell’ambito di questi progetti potranno accedere a prestiti personali, in particolare per i più giovani. Tale offerta sarà integrata con quella dei servizi in ambito assicurativo solidale e nel campo della monetica, con particolare attenzione agli strumenti di pagamento elettronico e digitali, e arricchita dalle potenzialità degli scambi non monetari.

La piattaforma Soci In Rete

L’Associazione Borghi Autentici potrà inoltre promuovere e diffondere le offerte di prodotti e servizi sostenibili attraverso il sito dedicato alle offerte mutualistiche tra i soci di Banca Etica http://sociinrete.bancaetica.it. Dal turismo responsabile all’e-commerce di prodotti agroalimentari, artigianali ed enogastronomici si moltiplicheranno le opportunità di crescita e valorizzazione dell’offerta dei borghi autentici italiani.

“Con questo accordo Banca Etica conferma il sostegno ai rilancio economico e sociale di tanti territori che soffrono lo spopolamento conseguente alla desertificazione delle attività lavorative e dei servizi pubblici. La propensione all’auto-organizzazione solidale delle cooperative di comunità è un segnale di vitalità che Banca Etica vuol cogliere per tradurre in opportunità le buone prassi di tutela dei beni comuni”, ha sottolineato Ugo Biggeri, presidente di Banca Etica.

“Si rafforza e cementa la collaborazione ormai avviata da diversi anni fra la nostra Associazione e Banca Etica. Con il protocollo nazionale vengono definiti le azioni e gli interventi finalizzati a rendere disponibili strumenti finanziari, anche innovativi, ai vari attori che agiscono sui territori e nelle Comunità dei Borghi Autentici. Si tratta di un’iniziativa per il rafforzamento dei vari protagonisti dello sviluppo locale, quell’Italia… che ce la vuole fare”, ha aggiunto Ivan Stomeo, presidente dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia.

Articoli che potrebbero interessarti:

Banca Etica e l’Associazione Borghi Autentici insieme per lo sviluppo sostenibile locale ultima modifica: 2017-06-16T12:40:52+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA