Banca Fideuram, dati positivi dalla raccolta. Il resoconto intermedio al 30 settembre 2011

Il consiglio di amministrazione di Banca Fideuram (Gruppo Intesa Sanpaolo) ha approvato il resoconto intermedio al 30 settembre 2011. Tra i risultati, l’utile netto consolidato è risultato pari a 137,9 milioni di euro, (153 milioni nei primi nove mesi del 2010). L’attività commerciale dei primi nove mesi del 2011 ha registrato una raccolta netta totale di 1,2 miliardi di euro, (1,6 miliardi al 30 settembre 2010 che, peraltro, era composta per  235 milioni di euro da capitali acquisiti con il rimpatrio delle attività finanziarie detenute all’estero). La raccolta netta di risparmio gestito è stata di 411 milioni (3,6 miliardi nel corrispondente periodo del 2010).

Al 30 settembre 2011 il numero complessivo dei private banker delle reti Banca Fideuram e Sanpaolo Invest (compresi i 308 professionisti provenienti dall’acquisizione di Banca Sara) risultava pari a 4.828 (4.349 al 31 dicembre 2010). Commentando questi risultati, l’amministratore delegato Matteo Colafrancesco ha sottolineato: “I dati positivi sul fronte della raccolta confermano quanto sia premiante, soprattutto in momenti particolarmente difficili, un modello di business fondato sulla consulenza e la vicinanza dei nostri private banker alla clientela. Dal punto di vista economico-finanziario – ha ribadito – l’effetto della svalutazione sui titoli greci non sminuisce evidentemente l’andamento molto favorevole delle componenti core del nostro conto economico, ed in particolare delle commissioni nette”.

Al 30 settembre 2011 le masse amministrate dal gruppo Banca Fideuram erano pari a 69,7 miliardi, (71,6 miliardi al 31 dicembre 2010). Tale differenza è interamente riconducibile alla performance di mercato dei patrimoni ed è stata solo in parte compensata dalle nuove masse ottenute con l’acquisizione di Banca Sara (2,1 miliardi) e dalla raccolta netta positiva del periodo (€ 1,2 miliardi). Alla stessa data, la componente di risparmio gestito, pari a 51,6 miliardi, costituiva il 74% delle masse totali (74,7% a fine 2010).

Leggi il comunicato completo

Banca Fideuram, dati positivi dalla raccolta. Il resoconto intermedio al 30 settembre 2011 ultima modifica: 2011-12-02T11:28:17+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: