Banca Generali, utile netto dei nove mesi 2009 a €45,6 milioni

Il consiglio di amministrazione di Banca Generali, riunitosi in data odierna sotto la presidenza di Giovanni Perissinotto, ha approvato i risultati consolidati dei primi 9 mesi 2009.

“Banca Generali sta iniziando a raccogliere i frutti delle molte iniziative strategiche avviate negli scorsi esercizi e della grande vitalità della struttura in tutte le sue componenti, cosa di cui, indubbiamente, i risultati di questi primi 9 mesi 2009 sono una chiara dimostrazione. Riteniamo peraltro che molti benefici si concretizzeranno soprattutto a partire dal 2010, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo della crescita organica e l’andamento dei costi – ha dichiarato l’amministratore delegato, Giorgio GirelliAd oltre un anno dal momento più difficile della crisi finanziaria, Banca Generali ha dimostrato di saper reagire uscendone più forte di prima in termini di reputazione, redditività e patrimonializzazione”.

Risultati economici consolidati al 30 settembre 2009
Nel primi 9 mesi 2009, l’utile netto consolidato di Banca Generali è passato dai €5,3 milioni dei primi nove mesi del 2008 agli attuali €45,6 milioni.

Il margine d’interesse ha mostrato una tenuta molto buona, in considerazione dell’andamento dei tassi d’interesse ufficiali nel periodo in esame, che hanno visto il tasso Euribor a tre mesi passare dal 5,4% del 30 settembre 2008 all’attuale 0,7%. Il margine d’interesse si è infatti attestato a €38,6 milioni, rispetto ai €43,4 milioni del corrispondente periodo dello scorso esercizio. Il risultato è stato ottenuto grazie ad un’attenta attività di tesoreria, a cui si sono aggiunti il contributo positivo derivante da Banca del Gottardo (€4,7 milioni) e il parziale recupero a conto economico (€5,7 milioni) delle minusvalenze non realizzate che erano state contabilizzate nel 2007 e 2008.

Le commissioni lorde si sono attestate complessivamente a €216,2 milioni (+18,7% a/a), l’81% delle quali risulta di natura ricorrente. Si è confermato positivo nel trimestre l’andamento delle commissioni di gestione, che hanno evidenziato un incremento del 22% rispetto al quarto trimestre 2008. Ancora positivo, inoltre, il contributo delle commissioni di performance grazie agli ottimi risultati degli OICR, che hanno garantito una performance media del +13,1% da inizio anno, un livello più che doppio rispetto alla performance media dell’industria dei fondi in Italia nel periodo (pari al 5,6%).

Le commissioni nette sono risultate pari a €136,7 milioni (+53% a/a), anche beneficiando della politica di efficientamento del pay-out avviata fin dall’ inizio dell’anno. Complessivamente il margine di intermediazione si è attestato a €194,0 milioni, con un incremento del 56% a/a.
I costi operativi, pari a €119 milioni, come già nei precedenti trimestri hanno risentito di componenti di natura straordinaria, quali l’integrazione di Banca del Gottardo Italia, l’IVA infragruppo, il lancio della nuova piattaforma bancaria on-line e una serie di interventi di sviluppo, in particolare nell’IT e nella distribuzione/logistica. Si prevede, fin dal prossimo esercizio, che queste voci straordinarie non saranno ripetibili e pertanto il valore dei costi potrà risultare in calo anche in valore assoluto. Si sottolinea che, nonostante questi elementi straordinari, il cost/income si è significativamente ridotto, passando dal 71,5% dello corrispondente periodo dello scorso esercizio all’attuale 56,1%.
Data la forte crescita dei ricavi, l’EBITDA del gruppo è più che raddoppiato, attestandosi a €85,2 milioni (+140,6% a/a), così come il risultato operativo, salito a €81,1 milioni (+154,7% a/a).
Il totale dell’attivo del Gruppo Banca Generali al 30 settembre 2009 è pari a € 3.069 milioni. Il patrimonio netto consolidato è pari a € 243,6 milioni con un total capital ratio del 12,43%.

Risultati economici consolidati del 3° trimestre 2009
L’utile netto del 3° trimestre del Gruppo si è attestato a €21,7 milioni, che si confronta con la leggera perdita di €0,3 milioni del corrispondente periodo dello scorso esercizio.
Il margine di intermediazione è salito a €65,4 milioni (+63,2% a/a), grazie alla forte crescita delle commissioni nette (€50,1 milioni, +125,6% a/a).
Il risultato operativo è più che quadruplicato, passando dai €6,7 milioni dello scorso esercizio agli attuali €27,7 milioni.
In significativo miglioramento il cost/income ratio, che si è attestato al 55,6% rispetto all’80,2% del corrispondente periodo dello scorso esercizio.

Raccolta netta e AUM (masse in gestione)
Nei primi 9 mesi del 2009, il gruppo Banca Generali ha realizzato una raccolta netta positiva pari a €329 milioni, con un significativo miglioramento del mix di prodotto. La raccolta netta in prodotti di risparmio gestito si è attestata infatti a €532 milioni da inizio anno. Al risultato ha contribuito in misura determinante la ripresa di fondi e gestioni di portafoglio che hanno raccolto complessivamente da inizio anno €212 milioni,e si confrontano con deflussi pari a €1.193 milioni del corrispondente periodo dello scorso esercizio.
Si è inoltre mantenuto su ottimi livelli il flusso di nuova produzione assicurativa, con €556 milioni raccolti nel periodo e investiti prevalentemente nei nuovi prodotti della casa quali BG Valore, la polizza tradizionale, la cui gestione separata Concreta, investe prevalentemente in titoli corporate, e BG Evolution, la nuova polizza unit-linked a capitale protetto che investe il capitale al 100% in prodotti multibrand e in ETF.
Le masse gestite e amministrate si sono attestate a €20,2 miliardi, con un progresso pari al +7% da inizio anno. Particolarmente positivo l’incremento degli attivi relativi a fondi comuni/sicav, in crescita del 17% da inizio anno (di cui il +13% legato al positivo effetto performance).

Nuove iniziative
Banca Generali sta rilevando un livello di interesse molto forte per l’operazione di rimpatrio di capitali legati alla terza edizione dello scudo fiscale partito lo scorso 15 settembre. Ad oggi, sono più di 1.300 le operazioni di rimpatrio concluse da Banca Generali attraverso le sue due reti di distribuzione (Banca Generali e Banca BSI Italia). Il successo si fonda sulle numerose azioni di formazione e consulenza rivolte a promotori, commercialisti e fiscalisti in tutta Italia, anche con la collaborazione di primari studi professionali. Inoltre, il fatto di disporre internamente di una gamma di strumenti e servizi finanziari assolutamente completa (servizi fiduciari, bancari, assicurativi in euro e in valuta, conti corrispondenti su estero oltre all’ampia offerta di fondi, sicav e gestioni di portafoglio) consente al gruppo di trattare la più ampia casistica di richieste di rimpatrio. Il prestigio e la solidità collegate al brand Generali si confermano un importante fattore per acquisire nuova clientela tra coloro che sono interessati a realizzare il rimpatrio supportati da un operatore di primario standing e affidabilità.

Dal 9 settembre è diventata operativa Generali Fund Management SA, la fabbrica dei prodotti di risparmio gestito per il Gruppo Generali in Europa, nata dalla fusione delle management company di Banca Generali (BG Investment Luxembourg) e di Generali Investments (Generali Investment Luxembourg). La società, che è detenuta al 51% da Banca Generali e per il restante 49% dal Gruppo Generali, è focalizzata nella gestione degli attivi mark-to-market di tutto il Gruppo Generali, cioè Fondi, Sicav e Gestioni di portafogli e gestisce ad oggi attivi superiori ai 9 miliardi di euro.
Tra le Sicav di Generali Fund Management, Bg Selection Sicav si è arricchita di quattro nuovi comparti, la cui gestione è stata delegata rispettivamente a Julius Baer, Eurizon, Morningstar e Pictet; sale così a undici il numero dei comparti in delega di gestione di BG Selection SICAV, l’innovativo sistema di Fondi di Fondi del Gruppo Banca Generali. Complessivamente, i nove nuovi comparti in delega di gestione lanciati nel 2009 hanno raggiunto un patrimonio complessivo di circa €220 milioni a fine ottobre 2009.

Il 19 ottobre scorso è inoltre stata lanciata la nuova piattaforma di Internet Banking di Banca Generali (www.bancagenerali.it), che presenta una rinnovata veste grafica e nuove funzionalità per l’operatività bancaria. Tra le novità della piattaforma, i due nuovi conti per l’operatività online: BG Zero, con canone scalabile fino a zero in caso di utilizzo di tutte le opzioni previste, e Conto Up, senza spese iniziali, con una struttura dei costi modulare in cui si pagano solo i servizi attivati dal cliente.

Leggi il documento completo

Banca Generali, utile netto dei nove mesi 2009 a €45,6 milioni ultima modifica: 2009-11-04T21:39:05+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: