Banca Ifis, nel 2017 utili a 180,8 milioni

0

Banca Ifis LogoIl consiglio di amministrazione di Banca Ifis, riunitosi oggi sotto la presidenza di Sebastien Egon Fürstenberg, ha approvato il progetto di bilancio relativo all’esercizio 2017 ed ha confermato i risultati preliminari presentati l’8 febbraio scorso. É stato inoltre proposto all’Assemblea degli Azionisti, che si riunirà in data 19 aprile 2018, il pagamento di un dividendo1 pari a 1 euro per azione, al lordo delle eventuali ritenute di legge per ciascuna azione ordinaria, con stacco cedola (n. 21) il 23 aprile 2018, record date il 24 aprile 2018 e messa in pagamento dal 25 aprile 20181 . Il pagamento sarà effettuato per il tramite degli intermediari autorizzati presso i quali sono registrate le azioni nel Sistema Monte Titoli.

“Il Gruppo Banca Ifis ha continuato anche nel 2017 il percorso di sviluppo nei settori di presenza: il credito alle imprese specializzato, elemento sempre più centrale per la crescita del Paese e per la vitalità del tessuto economico italiano; la gestione sostenibile del credito deteriorato; la raccolta di risparmio – ha dichiarato il presidente della banca, Sebastien Egon Fürstenberg -. Abbiamo inoltre avviato importanti progetti che impegneranno l’istituto nei trimestri a venire, guidati sempre dai driver che ci ispirano, giorno dopo giorno, nel nostro operato: controllo della redditività corretta per il rischio, della liquidità e del capitale assorbito. Vogliamo portare ai nostri clienti le soluzioni di cui necessitano in modo veloce, chiaro, trasparente: per questo i servizi digitali sono essenziali e su questi stiamo investendo. Abbiamo infine annunciato, anche per quest’esercizio, un dividendo in crescita: un segnale di solidità e di riconoscenza agli Azionisti che continuano ad apprezzare il nostro lavoro e i progetti futuri che la Banca sta costruendo”.

Esercizio 2017: 1 gennaio – 31 dicembre
Dati riclassificati :
o Margine di intermediazione a 519,6 milioni di euro (+59,4%);
o Risultato netto della gestione finanziaria 504,8 milioni di euro (+68,6%);
o Costi operativi a 256,3 milioni di euro;
o Utile netto d’esercizio a 180,8 milioni di euro;
o Costo del credito (settore Crediti commerciali) pari a 115 bp;
o Rapporto sofferenze nette/impieghi netti verso imprese all’1,3%;
o Totale risorse del Gruppo: 1.470 persone;
o Ratio – Capitale primario di classe 1 (CET1): 15,64% (15,82% 31 dicembre 2016) ;
o Ratio – Capitale di classe 1 (T1): 15,64% (15,82% 31 dicembre 2016) ;
o Ratio – Totale fondi propri: 21,07% (15,83% al 31 dicembre 2016) .

4° trimestre 2017: 1 ottobre – 31 dicembre
Dati riclassificati :
o Margine di intermediazione a 148,3 milioni di euro (+68,0%);
o Risultato netto della gestione finanziaria 113,1 milioni di euro (+39,3%);
o Utile netto di periodo a 31,6 milioni di euro.