Banca Imi, utile netto in crescita del 26% nel primo trimestre

Banca Imi LogoIl consiglio di amministrazione di Banca Imi, la banca d’investimento all’interno della Divisione Corporate ed Investment banking del Gruppo Intesa Sanpaolo, ha approvato i risultati individuali e consolidati al 31 marzo 2015.

Il consuntivo di fine trimestre, spiega una nota, fa segnare un risultato netto consolidato di 228 milioni di euro, in aumento del 26% rispetto ai 181 milioni del 31 marzo 2014. Il risultato è stato trainato dai ricavi operativi, con il margine di intermediazione a 503 milioni – in aumento del 18,3% sul 1Q14 – all’interno del quale spiccano i profitti da operazioni finanziarie per l’operatività con clientela e dalla gestione del portafoglio proprietario.

Alla formazione del margine di intermediazione consolidato hanno contribuito l’area Global Markets per 411 milioni e, all’interno dell’area Corporate & Strategic Finance, la finanza strutturata per 59 milioni e l’investment banking per 34 milioni.

Il risultato della gestione operativa per il primo trimestre 2015 si colloca a 393 milioni (+19,6%), dopo aver contabilizzato costi di struttura per 110 milioni (dai 97 milioni al 31 marzo 2014) dovuti ad una maggiore incidenza della componente variabile delle retribuzioni, nel quadro dell’applicazione del sistema incentivante a supporto della crescita del Gruppo Intesa Sanpaolo e agli aspetti economici legati alla revisione dei livelli di servizio ricevuti in outsourcing.

Il cost/income ratio si attesta al 21,9%, rispetto al precedente 22,8% del marzo 2014 e al 30,5% per l’intero esercizio 2014.

Leggi il comunicato

Banca Imi, utile netto in crescita del 26% nel primo trimestre ultima modifica: 2015-05-12T13:54:03+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: