Banca Popolare Commercio e Industria: nel 2013 utile netto a 36,5 milioni

Banca Popolare Commercio e Industria LogoIl consiglio di amministrazione di Banca Popolare Commercio e Industria SpA ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 che ha fatto registrare un utile netto pari a 36,5 milioni di euro, in crescita del 52,2% rispetto al 31 dicembre 2012 (24 milioni di euro).

Il progetto di bilancio al 31 dicembre 2013, spiega una nota, verrà sottoposto all’assemblea degli azionisti convocata per il 25 marzo 2014, in prima convocazione, e per il 26 marzo in seconda convocazione. All’Assemblea verrà proposta la distribuzione di un dividendo di 0,038626 euro per azione.

Il presidente della Banca, Giuseppe Calvi, a margine della riunione del consiglio di amministrazione, ha espresso “soddisfazione per i positivi risultati dell’esercizio 2013 ottenuti in un clima di incertezza che continua a gravare sul nostro paese e nonostante una crescita delle rettifiche di valore sui crediti. Comunque, il nostro Istituto si è confermato molto proattivo e competitivo, continuando a interpretare il proprio ruolo di Banca di riferimento dei territori in cui opera, non facendo mancare l’opportuna assistenza a famiglie e imprese”.

Gestione economica

La gestione operativa ha evidenziato un risultato in crescita del 40,8% a 117,7 milioni di euro (83,6 milioni nel 2012). I proventi operativi hanno visto contrapporsi un significativo incremento delle commissioni nette (+ 9,1 milioni) al calo del margine d’interesse (- 5,3 milioni) legato all’andamento dei tassi e a un’economia ancora debole.

Si conferma virtuosa la gestione degli oneri operativi (- 9% rispetto al 2012) riflettendo l’andamento delle spese per il personale, scese a 115,9 milioni di euro (- 12,4% rispetto al 2012 che includeva 12,9 milioni di incentivi all’esodo) e quello delle altre spese amministrative, diminuite a 96,5 milioni di euro (- 4,4% rispetto al 2012) a seguito del successo delle azioni di razionalizzazione e di contenimento poste in essere. A seguito del perdurare delle difficoltà dell’attuale contesto economico, le rettifiche nette di valore per deterioramento crediti sono aumentate a 50,2 milioni di euro rispetto ai 35,2 milioni di euro del 2012 e hanno aumentato il costo del credito, che rimane comunque contenuto, allo 0,60% annuo del totale crediti, rispetto allo 0,42% del 31 dicembre 2012. Per effetto degli andamenti descritti, l’utile dell’operatività corrente, al lordo delle imposte, si è attestato a 66,5 milioni di euro in crescita rispetto ai 38,8 milioni di euro al 31 dicembre 2012. Le imposte sul reddito d’esercizio dell’operatività corrente sono state pari a 30 milioni di euro con un conseguente utile netto di 36,5 milioni di euro rispetto ai 24 milioni di euro del 2012 (+52,2%). Al netto delle componenti non ricorrenti di entrambi gli anni, l’utile netto del 2013 si sarebbe attestato a 39,2 milioni di euro rispetto ai 25,9 del 2012, delineando così una crescita del 51,4%.

Dati patrimoniali

Al 31 dicembre 2013 gli impieghi complessivi verso la clientela hanno registrato un valore di circa 8,4 miliardi di euro in leggero aumento (+ 0,4%) rispetto al 31 dicembre 2012; la raccolta diretta, indiretta e assicurativa da clientela ordinaria si è invece contratta a 16,7 miliardi di euro (- 1,5% rispetto al 2012). Il patrimonio, al netto dell’utile di periodo, è risultato pari a 1.169 milioni di euro. Il rapporto tra il patrimonio di base e il totale delle attività di rischio ponderate (Tier 1) si è attestato al 25,03% (24,57% di fine 2012), ben oltre i valori target di Basilea 3, confermando la solidità patrimoniale dell’Istituto. I ratios patrimoniali di dicembre 2013 non sono omogenei con i periodi di raffronto in quanto Banca d’Italia, a partire dalle segnalazioni al 30 giugno, ha autorizzato il Gruppo all’utilizzo dei metodi avanzati per il portafoglio delle piccole e medie imprese incluse nel segmento SME retail e per le esposizioni garantite da immobili residenziali. Al 31 dicembre 2013, Banca Popolare Commercio e Industria conta 7 Direzioni Territoriali, 219 filiali Retail, 9 filiali dedicate al Pegno, 7 Private & Corporate Unity.

Leggi il comunicato

Banca Popolare Commercio e Industria: nel 2013 utile netto a 36,5 milioni ultima modifica: 2014-03-06T16:23:33+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: