Banca Popolare del Turismo: al via domani l’offerta pubblica per la sottoscrizione di capitale

Il comitato promotore della costituenda Banca Popolare del Turismo ha reso noto di aver ottenuto da parte della Consob l’autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo finalizzata all’avvio dell’offerta pubblica di sottoscrizione del capitale sociale della costituenda banca. La prima presentazione ufficiale dell’offerta pubblica e del progetto industriale della costituenda Banca Popolare del Turismo avrà luogo in occasione della conferenza stampa del prossimo 19 ottobre presso il Ttg di Rimini.

La costituenda Banca Popolare del Turismo, si legge in un comunicato, con forma giuridica di società cooperativa per azioni, nasce nel 2010 sulla base di un progetto frutto dell’opera di un gruppo di importanti operatori del mondo del turismo italiano ed internazionale e del mondo dell’imprenditorialità. Unica per configurazione, la costituenda Banca Popolare del Turismo ha un modello aziendale simile alle banche popolari, ma, a loro differenza, ha un respiro nazionale ed è stata concepita per erogare, non soltanto prodotti e servizi bancari tradizionali che si concretano nelle varie forme di raccolta del risparmio ed esercizio del credito, ma anche servizi e prodotti innovativi finalizzati a supportare i diversi segmenti del settore del turismo ed a rendere efficace la competizione dei diversi operatori nel mercato dell’e-commerce turistico.

Il settore del turismo è, infatti, da sempre al centro dell’attenzione dell’interesse economico e politico italiano, non solo perché è una delle attività che contribuiscono in forma rilevante alla formazione del Prodotto Interno Lordo italiano, di cui rappresenta, tenendo conto anche del contributo indiretto e indotto, il 9,54% a livello aggregato (corrispondente a €136,1 miliardi) in base ai dati indicati dal World Travel & Tourism Council (WTTC) riferiti al PIL del Paese Italia per il 2011, ma anche e soprattutto perché la ricchezza artistica, storica, archeologica, naturalistica e paesaggistica fa dell’Italia una delle mete più ambite dai viaggiatori di tutto il mondo.

L’autorizzazione da parte della Consob è stata raggiunta anche grazie al supporto in qualità di legal advisor dello studio DLA Piper, nelle persone degli avvocati Marco Zechini e Luca Benvenuto.

L’autorizzazione da parte della Consob, che giunge in un periodo complesso per il mondo finanziario e per quello del turismo, testimonia la solidità del progetto costitutivo e del relativo piano industriale della costituenda banca, nonché la comprovata professionalità dei soci promotori. L’autorizzazione dell’Autorità di Vigilanza apre ai successivi passi per l’avvio delle attività della costituenda banca, il cui Comitato Promotore sarà impegnato nel prossimo anno nella raccolta delle sottoscrizioni delle quote del capitale sociale.

Il numero totale delle azioni offerte è compreso tra un minimo di 3.400, corrispondenti ad un importo complessivo del capitale sociale di € 8.500.000,00 ed un massimo di 4.800 corrispondenti ad un importo complessivo del capitale sociale pari ad € 12.000.000,00. La quota minima di sottoscrizione è pari a n. 1 (una) azione, del valore nominale di €2.500,00. La quota di partecipazione massima sarà pari allo 0,50% del capitale sociale sottoscritto (dunque n. 17 azioni, pari ad €42.500,00 nel caso in cui il capitale sottoscritto ammonti ad €8.500.000,00; n. 24 azioni, pari ad €60.000,00, nel caso in cui il capitale sottoscritto ammonti ad €12.000.000,00).

Leggi il comunicato

Banca Popolare del Turismo: al via domani l’offerta pubblica per la sottoscrizione di capitale ultima modifica: 2012-10-10T12:06:36+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: