Banca popolare dell’Emilia Romagna, utile netto complessivo a +7,05% a/a

Sono arrivati i risultati del terzo trimestre dell’anno anche per Banca popolare dell’Emilia Romagna. L’utile complessivo, al netto delle imposte, risulta pari 164,8 milioni nei primi nove del 2011, in diminuzione del 46,5% a/a, ma in crescita a livello ordinario (183,8 milioni nel 2011 contro 171,7 milioni nel 2010 ) del 7,05% a/a.

Un risultato che nel comunicato stampa del gruppo viene salutato con soddisfazione: “Nonostante la difficile situazione economica e finanziaria, il Gruppo BPER ha fatto registrare un risultato economico nei primi nove mesi dell’anno in crescita, al netto delle componenti straordinarie, evidenziando in particolare l’andamento positivo del margine di interesse, nonché delle commissioni e il contenimento dei costi operativi”.

Il margine di intermediazione risulta pari a 1.548,3 milioni di euro nei primi nove mesi dell’anno, in crescita dello 0,85% a/a (+2,6% al netto delle componenti straordinarie del 2010). Nel terzo trimestre, esso si attesta a 508 milioni di euro, in calo del 3,6% trim/trim, in particolare a causa delle sopraccitate minusvalenze sui titoli governativi italiani.

Il risultato netto della gestione finanziaria, pari a 1.281,1 milioni nei primi nove mesi del 2011, registra una crescita del 1,6% a/a. Nel terzo trimestre 2011, il valore si attesta a 421,7 milioni di euro  (+0,3% trim/trim).

Infine i ratios patrimoniali, determinati sulla base della metodologia standard di Basilea 2, evidenziano i seguenti valori:

  • Core Tier ratio 6,83% (pro-forma 7,49%) e Tier1 ratio 6,86% (pro-forma 7,56%).
  • Total capital ratio al 10,57% (pro-forma 11,26%%).

Leggi il comunicato completo

Banca popolare dell’Emilia Romagna, utile netto complessivo a +7,05% a/a ultima modifica: 2011-11-16T10:53:43+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: