Banca Popolare di Milano, l’utile diminuisce di oltre 56 milioni. I risultati al 3Q

Non sono dei migliori i dati che arrivano da Banca Popolare di Milano per i primi nove mesi del 2011. L’utile netto è più che dimezzato e si attesta a 46,9 milioni di euro, registrando un calo pari a 56,6 milioni rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Va meglio il margine di interesse che si attesta a 619,4 milioni registrando un aumento del +13,8%: al settembre di quest’anno, i proventi operativi del Gruppo Bipiemme sono stati pari a 1.055,9 milioni, in flessione rispetto ai primi nove mesi del 2010 (-6,1% a/a).

 

Positivo l’andamento degli oneri operativi che si posizionano a 796,1 milioni, in flessione del 4,1% rispetto a settembre 2010 grazie alla riduzione sia delle spese per il personale (-4,8%), sia delle spese amministrative (-3,8%).

Nel dettaglio il costo del personale scende a 511,7 milioni (-4,8% a/a), grazie alla diminuzione del costo del lavoro delle tre banche commerciali (-18,2 milioni), prevalentemente per gli effetti del Fondo di solidarietà oltre che alla contrazione delle componenti variabili legate ai risultati sia della Capogruppo, sia di Banca Akros (- € 10,2 milioni). A tali andamenti si contrappone il costo del lavoro di ProFamily (+1,8 milioni) a seguito di assunzioni di personale specializzato (+ 40 unità), in linea con le previsioni del Piano Industriale.

Il totale del personale è di 8.475 unità, in flessione di 292 risorse rispetto a settembre 2010. Le altre spese amministrative si attestano a 224,1 milioni, in flessione del 3,8% a/a grazie ad un generalizzato contenimento di quasi tutte le singole categorie di spesa.

La rete distributiva a settembre 2011 è composta da 831 punti vendita, in diminuzione di uno sportello rispetto a fine giugno 2011 e di 7 filiali rispetto a fine 2010, essenzialmente per l’attività di razionalizzazione effettuata nelle reti commerciali del Gruppo, che ha portato alla chiusura di 13 sportelli.

L’ammontare complessivo delle rettifiche e degli accantonamenti si attesta a 181,1 milioni, in crescita rispetto a 157,9 milioni di settembre 2010; le rettifiche nette su crediti e altre operazioni sono pari a 179,6 milioni (+ 18,1% a/a), che equivalgono a un costo del credito annualizzato di 66 pb, in aumento rispetto ai 58 pb dell’analogo periodo 2010.

Leggi il comunicato ufficiale

Banca Popolare di Milano, l’utile diminuisce di oltre 56 milioni. I risultati al 3Q ultima modifica: 2011-11-16T11:39:27+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: