Banca Progetto: utile ante imposte pari a 23 mln nel I semestre 2021

Banca Progetto LogoNei primi sei mesi del 2021 Banca Progetto ha registrato un utile ante imposte di 23 milioni di euro, quasi raddoppiato rispetto al risultato lordo dell’intero 2020, e ha messo a disposizione delle piccole e medie imprese e alle famiglie 1,2 miliardi di euro di finanziamenti. Lo rende noto l’istituto di credito, a seguito dell’approvazione dei risultati al 30 giugno 2021 da parte del cda.

L’indice di solidità patrimoniale (Common Equity Tier I ratio) a fine semestre è pari al 20%, in ulteriore miglioramento rispetto al 19,4% di fine 2020. L’indice di efficienza operativa, misurata dal cost/income ratio, è pari al 41% con un significativo miglioramento rispetto al 63% dell’intero 2020.

Nel dettaglio, i finanziamenti alle pmi nel primo semestre dell’anno sono stati pari a 1,1 miliardi di euro, raggiungendo in sei mesi lo stesso livello di erogazioni di tutto il 2020 e posizionando Banca Progetto tra le principali banche digitali in Italia in termini di liquidità destinata alle imprese: i volumi di finanziamento alle pmi rappresentano circa il 67% dei finanziamenti totali di tutte le associate di ItaliaFintech, associazione italiana che raggruppa i maggiori operatori della fintech in Italia e a cui la banca aderisce.

Per quanto riguarda la clientela retail, i finanziamenti erogati con la cessione del quinto, nei primi sei mesi dell’anno sono stati pari a 108 milioni di euro; sono state inoltre siglate importanti partnership istituzionali che favoriranno lo sviluppo ulteriore di questo segmento di business.

Capillarità e professionalità della rete distributiva, tempi di istruttoria rapidi, assistenza e attenzione costante al cliente e investimenti nella nuova piattaforma digitale sono i fattori chiave che hanno permesso di raggiungere questi risultati, confermando la significativa leva operativa del business

Sul piano della raccolta, alla clientela retail che conta oltre 35.000 clienti in Italia e all’estero, si affianca il segmento di clientela istituzionale, portando i volumi complessivi dei depositi a oltre 2 miliardi di euro (in crescita rispetto agli 1,4 miliardi di euro di fine 2020). Da evidenziare l’operazione di cartolarizzazione con sottostante crediti contro cessione del quinto denominata Progetto Quinto perfezionata lo scorso maggio che, unitamente al funding ottenuto dalla Banca Centrale Europea, completano gli strumenti di raccolta della banca che continua a diversificare sia in termini di mercati che di tipologia degli strumenti.

 “Siamo davvero soddisfatti di questi risultati che fanno di Banca Progetto un importante attore del mercato a supporto del nostro tessuto di eccellenza di pmi del Paese – ha commentato l’amministratore delegato Paolo Fiorentino. Abbiamo realizzato un utile ante imposte di 23 milioni, addirittura quasi raddoppiato rispetto all’intero utile del 2020, un cost income al 41% e finanziamenti record per 1,2 miliardi di euro totali. I dati, ottimi, si commentano da soli e rappresentano il risultato di un lavoro di squadra in cui tecnologia e fattore umano vanno sempre a braccetto. Siamo al primo posto in fatto di erogazioni alle imprese tra tutte le associate a ItaliaFintech, un traguardo importante che conferma la bontà del nostro modello di business rispetto ad altre realtà più tradizionali. Continuiamo su questa strada cercando di essere sempre più presenti per la nostra clientela con un servizio efficace e innovativo”.