Banca regionale europea, utile a 6,9 milioni nel primo trimestre

In particolare, rispetto al 31 dicembre 2010 la raccolta diretta è stata  pari a 5,7 miliardi di euro; la massa amministrata, a 16,2 miliardi di euro con un aumento del 1,1%; gli impieghi, a 7,1 miliardi con una crescita del 3,1%.

Si ricorda che in data 25 gennaio 2010 è stata perfezionata l’operazione di ottimizzazione territoriale del gruppo Ubi Banca, rendendo i dati economici dei primi tre mesi dell’anno solo parzialmente comparabili con quelli del 2010” precisa una nota. Tuttavia, aggiunge, “in tale contesto il conto economico evidenzia proventi operativi pari a 64,3 milioni in crescita di 1,7 milioni (+2,6%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dovuto in larga parte all’aumento del margine di interessi che registra un +6,2%”.

Gli oneri operativi ammontano a 48,4 milioni di euro, in calo di 4,2 milioni (-8%) rispetto al periodo precedente. La riduzione, secondo l’istituto, è da attribuire “sia alla riduzione delle spese del personale (-2,7mln) sia delle spese amministrative (-1,5mln)”.
Significativa la diminuzione delle rettifiche nette di valore per deterioramento dei crediti che si assestano a 3 milioni di euro, in forte calo rispetto al periodo precedente. “Il costo del credito si attesta di conseguenza, su base annua, allo 0,17% rispetto allo 0,40% del dicembre 2010.

L’utile netto del periodo è risultato pari a 6,9 milioni di euro in aumento di 2,8 milioni (+68,2%) rispetto al quarto trimestre 2010” conclude il comunicato.

Banca regionale europea, utile a 6,9 milioni nel primo trimestre ultima modifica: 2011-05-19T08:00:00+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: