Banca Regionale Europea, utile netto a +49,4 (a/a). In crescita gli impieghi verso la clientela

Banca Regionale Europea ha approvato i risultati del terzo trimestre del 2011, tra cui spicca l’utile netto del periodo che ha raggiunto i 22,9 milioni di euro, per un +49,4% rispetto a settembre dello scorso anno. Importante è anche la crescita degli impieghi, 7,260 miliardi di euro (+6,0% da dicembre 2010), decisamente superiore al trend registrato a livello di sistema: “è il segnale della profonda e costante vicinanza alle famiglie ed alle piccole e medie imprese; con riferimento a queste ultime, i clienti sono cresciuti del 2% da fine 2010”, come si legge nel comunicato ufficiale.
La buona tenuta della raccolta diretta (in leggero aumento dello 0,3% nonostante la congiuntura sfavorevole), testimonia la costante fiducia da parte degli oltre 325.000 clienti con i quali la banca mantiene uno stretto legame.

La raccolta diretta ha raggiunto i 5,6 miliardi di euro circa, mantenendosi sostanzialmente stabile rispetto a fine 2010. La raccolta indiretta, pari a 9,9 miliardi di euro, è in discesa del 5,2%. Tale risultato, prevalentemente influenzato dall’effetto prezzi, ha comunque evidenziato un buon andamento delle attività di acquisizione e di collocamento di obbligazioni di terzi e della capogruppo.

I proventi operativi, pari a 201,6 milioni, evidenziano nello stesso periodo un incremento del 6,4% grazie alla crescita del margine d’interesse, salito del 14,6% a 123,9 milioni.

Gli oneri operativi ammontano a 145,4 milioni, in riduzione di 2,3 milioni (-1,5%) rispetto allo stesso  periodo dell’anno precedente; tale miglioramento è attribuibile in particolare al contenimento delle spese amministrative (-7,4%), frutto di un’attenta politica di controllo dei costi e di miglioramento dell’efficienza.

In miglioramento le rettifiche nette di valore per deterioramento dei crediti, che si attestano a 15,7 milioni, in calo rispetto ai 17,7 milioni di settembre 2010 (-11,6%). Il costo del credito si attesta di conseguenza, su base annua, allo 0,29% rispetto allo 0,35% dell’analogo periodo precedente.

L’utile dell’operatività corrente al lordo delle imposte cresce su settembre 2010 del 42,6%, attestandosi a 38,4 milioni. Le imposte sul reddito, conteggiate con la nuova aliquota prevista dalla manovra finanziaria, risultano pari a 15,7 milioni, portano il tax rate al 40,7%.

Banca Regionale Europea, utile netto a +49,4 (a/a). In crescita gli impieghi verso la clientela ultima modifica: 2011-11-16T09:53:11+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: