Banca Sella, Intesa Sanpaolo e Unicredit: Antitrust chiude procedimenti

Agcm Antitrust LogoLo scorso 16 marzo l’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) ha chiuso, senza accertare l’infrazione, i procedimenti avviati nella primavera del 2020 nei confronti di Banca Sella, Intesa Sanpaolo e UniCredit per presunte pratiche commerciali scorrette riguardo alle condizioni economiche e alla tempistica media di evasione delle richieste di sospensione delle rate di mutui e finanziamenti previsti da dl Cura Italia e dl Liquidità. Lo ha reso noto l’Antitrust con il bollettino settimanale n. 14 del 2021, diffuso il 6 aprile scorso.

Secondo quanto stabilito nei provvedimenti n. 28610, relativo a Unicredit – Misure dl Cura Italia e dl Liquidità; n. 28611, Intesa Sanpaolo – Misure dl Cura Italia e dl Liquidità; n. 28612, Banca Sella – Misure dl Cura Italia e dl Liquidità, le tre banche si sono impegnate a fornire chiarimenti su mutui e finanziamenti previsti da dl Cura Italia e dl Liquidità e hanno pubblicato sui propri siti web informazioni precise riguardo alle condizioni economiche e alla tempistica media di evasione delle richieste di sospensione delle rate.

L’Agcm ha ritenuto gli impegni proposti da Banca Sella, Intesa Sanpaolo e Unicredit, “idonei a far venir meno i possibili profili di scorrettezza delle pratiche commerciali oggetto di istruttoria”, ne ha disposto l’obbligatorietà e ha deciso di chiudere il procedimento senza accertare l’infrazione.

Di seguito i tre provvedimenti: