Banca Widiba inaugura il 2021 con un nuovo assetto organizzativo della rete

Banca Widiba LogoBanca Widiba continua il suo percorso di valorizzazione delle competenze dei suoi consulenti finanziari premiando i professionisti per i risultati raggiunti e nomina quattro nuovi area manager, due uomini e due donne.

Paolo Campagnucci e Giovanni Mazzeo sono stati nominati area manager rispettivamente della Toscana e delle Marche. In Widiba fin dalla sua nascita e già area manager per il Piemonte e la Liguria, Campagnucci, e dell’Emilia Romagna e Triveneto Mazzeo, i due consulenti finanziari si occuperanno di portare avanti due squadre solide sul territorio e del loro sviluppo, coadiuvati dai recruiting manager nazionale e territoriali.

Si conferma anche il valore della finanza al femminile, elemento distintivo di Widiba che premia Barbara Strapazzini per il percorso professionale brillante dimostrato in oltre 6 anni all’interno della rete, nominandola district manager per le Marche. Consulente ed educatrice finanziaria certificata, Strapazzini vanta un’esperienza ventennale che le ha permesso di crescere e di specializzarsi soprattutto in tema di tutela patrimoniale, finanza comportamentale e pianificazione previdenziale.

Widiba nomina, infine, Angela Di Giacomo nuovo district manager dell’ufficio dei consulenti di Padova, in cui è entrata a dicembre. Di Giacomo vanta 20 anni di esperienza in Veneto presso importanti realtà del settore.

Widiba è nata e si caratterizza da sempre come la banca dell’ascolto e dell’attenzione alle persone: questo per noi vale su tutti i fronti, sia verso la clientela che nei riguardi delle risorse interne, che rappresentano il nostro punto di forza – commenta Nicola Viscanti, responsabile della rete –. La valorizzazione delle competenze specialistiche e trasversali, alla base di un servizio di qualità, e la fidelizzazione dei consulenti finanziari continueranno a rappresentare i principali driver per lo sviluppo della Rete, con una continua attenzione anche alle nuove professionalità, sia senior che junior, e alla promozione del ruolo delle donne nel mondo della consulenza finanziaria, per le loro spiccate caratteristiche progettuali, relazionali e di educatrici di clienti e colleghi”.