Banche, a novembre inizia la valutazione da parte della Bce. Quindici gli istituti italiani coinvolti

Bce

L’Eurotower di Francoforte, sede della Banca centrale europea

A novembre la Banca centrale europea avvierà la prima valutazione sullo stato di salute di 130 banche europee.

Nell’annunciare il monitoraggio il presidente Mario Draghi ha sottolineato che si tratta di “un passo importante per l’Europa e per il futuro dell’economia dell’Eurozona”.

“La trasparenza – ha aggiunto l’ex numero uno della Banca d’Italia – è l’obiettivo primario. Ci aspettiamo che questa valutazione rafforzi la fiducia del settore privato nella solidità delle banche Eurozona e nella qualità dei loro bilanci. La Bce non avrà alcuna esitazione nel bocciare le banche che non passano la prova degli stress test il prossimo anno”.

Le banche italiane interessate dalla valutazione, che dovrebbe concludersi in 12 mesi, sono quindici: Carige, Monte dei Paschi, Piccolo credito valtellinese, Popolare dell’Emilia Romagna, Popolare di Milano, Popolare di Sondrio, Popolare di Vicenza, Banco Popolare, Credito emiliano, Iccrea holding, Intesa Sanpaolo, Mediobanca – banca di credito finanziario, Uncredit, Unione di banche italiane e società cooperative, Veneto banca.

Lo screening della Bce rappresenta la prima azione della banca centrale nella sua funzione di organismo europeo di vigilanza bancaria. Si tratta di una mossa preliminare alla formale entrata in funzione, che avverrà a novembre 2014.

I test, ha spiegato Draghi, saranno condotti in collaborazione con le autorità nazionali competenti degli Stati membri che partecipano al meccanismo unico di vigilanza bancaria e saranno sostenuti da terze parti indipendenti.

Gli obiettivi della verifica sono tre: trasparenza per rafforzare la qualità delle informazioni disponibili sulla situazione delle banche; la “riparazione” per “identificare e attuare le necessarie azioni correttive se e quando necessario”; ricostruire la fiducia per “assicurare tutte le parti interessate che le banche sono fondamentalmente sane”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Banche, a novembre inizia la valutazione da parte della Bce. Quindici gli istituti italiani coinvolti ultima modifica: 2013-10-24T10:19:26+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: