Banche, Abi: cambiamenti e riorganizzazione per affrontare rivoluzione digitale

Abi Banche Logo BuonoIl futuro del lavoro in banca vede la rivoluzione digitale sempre più protagonista. L’orizzonte indica la necessità di definire nuove professionalità, nuove attività, innovativi strumenti gestionali per creare nuova occupazione, aumentare i ricavi e continuare a sostenere l’economia in una fase contraddistinta da un consolidamento dei segnali di ripresa. Per assecondare le trasformazioni che il mercato richiede, il settore è pronto a confrontarsi con i sindacati di categoria. Questo il messaggio introduttivo lanciato in apertura a Roma del dodicesimo “Forum HR2017 – banche e risorse umane”. Una due giorni dedicata ai temi delle relazioni industriali, del mercato del lavoro, della gestione delle persone in azienda e del ruolo del responsabile delle risorse umane.

“L’esigenza di ripensare l’organizzazione del lavoro non può prescindere dalla continua ricerca di nuovi equilibri non soltanto nel mercato del lavoro, ma anche nelle relazioni industriali – si legge in una nota dell’Abi -. Ciò significa il maggior grado di condivisione per fornire un contributo alla costruzione di un clima di maggior fiducia tra banche, clienti e lavoratori; rispetto della professionalità; legittimo perseguimento di obiettivi di redditività/produttività delle imprese bancarie”.

I lavori del Forum si concluderanno con una tavola rotonda cui interverranno: il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti; il segretario generale della Uilca, Massimo Masi; il presidente del comitato per gli Affari Sindacali e del Lavoro dell’Abi e chief operating officer di Intesa Sanpaolo, Eliano Lodesani.

Banche, Abi: cambiamenti e riorganizzazione per affrontare rivoluzione digitale ultima modifica: 2017-06-22T13:21:46+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: