Banche-imprese: intesa per promuovere la cultura della sostenibilità

L’accordo muove dalla consapevolezza che la sostenibilità possa contribuire alla tenuta del tessuto economico e sociale del Paese, favorire la fiducia nel mercato e l’accelerazione della ripresa dalla crisi. Il Protocollo d’intesa è la prima iniziativa realizzata insieme da banche, imprese e istituzioni a sostegno della responsabilità d’impresa, con uno specifico riferimento alle aziende di piccole e medie dimensioni.

ABI, Confidustria, Ministero dello Sviluppo Economico  stanno già da tempo lavorando per contribuire allo sviluppo della CSR e per promuovere la sua concreta applicazione e integrazione nell’attività delle imprese da loro rappresentate e dei propri interlocutori di riferimento. Si intende per responsabilità sociale d’impresa anche l’integrazione strategico-gestionale della sostenibilità all’interno del “sistema impresa”, ossia l’assunzione di responsabilità da parte dell’impresa nei confronti della società e dell’ambiente.

ABI, Confindustria e Ministero dello Sviluppo Economico – tramite il Punto di Contatto Nazionale OCSE – intendono così estendere la loro collaborazione per sostenere una sempre migliore cultura d’impresa, con iniziative che promuovano:

§         la maggiore diffusione e integrazione della sostenibilità nelle rispettive attività

§         la relativa rendicontazione di fattori sociali, ambientali e di governance come elementi integrativi degli ambiti finanziari

§         la rilevanza di questi aspetti con particolare attenzione alle piccole e medie imprese.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività dirette a favorire la “comunicazione finanziaria” per migliorare il dialogo tra banche e imprese, la modalità di relazione reciproca e la costruzione di un linguaggio comune, anche tramite la possibilità di valorizzare e dare evidenza alle informazioni extra contabili che rappresentano un asset importante dell’impresa.

Banche-imprese: intesa per promuovere la cultura della sostenibilità ultima modifica: 2011-01-20T14:22:16+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: