Banche, indagine Deloitte: la qualità del software è di notevole importanza per supportare il business

Deloitte LogoLa qualità del software riveste una notevole importanza nel supportare le attività di business in ambito bancario. Il team Tech Advisory Fsi di Deloitte ha svolto un’indagine Delphi raccogliendo pareri di esperti It delle banche italiane e approfondendo diversi aspetti connessi alla qualità del software.

“La metodologia Delphi utilizzata nel sondaggio – si legge in un articolo pubblicato su Banca&Mercati a firma Massimo Tomasi, partner di Deloitte – è stata scelta in modo da cogliere il reale polso della situazione ed è basata sui giudizi e sulle esperienze personali di un campione decisamente “robusto”, sia per numerosità che per composizione. Sono state infatti intervistate oltre 120 persone, con esperienze in quasi tutte le prime 15 banche italiane, nei maggiori It outsourcer e tra i primari system integrator e software vendor operanti in ambito applicativo bancario domestico. Gli intervistati sono esperti della materia e sono rappresentati non solo da Cio bancari o da vertici di società It, ma anche da architetti It e specialisti dell’ingegneria del software. Dal sondaggio emerge con evidenza l’esistenza di problemi riguardanti la qualità del software che potrebbero derivare dalla sua documentazione, in particolare per quanto riguarda i “dati”: infatti il 74% dei partecipanti ha confermato molte delle problematiche e delle tesi identificate nella prima fase dell’indagine.

È interessante rilevare che il 96% dei consensi è riferito alla complessità derivante dalla interfaccia tra i moduli applicativi del sistema informativo bancario, poiché è opinione comune che queste siano state sviluppate in modo stratificato nel tempo e senza un’appropriata documentazione e che tale aspetto abbia portato a una situazione particolarmente impegnativa per la manutenzione dei sistemi informativi.

La maggior parte delle difficoltà sono riferibili alla qualità delle analisi funzionali e concentrate nella parte “dati” (adeguata modellazione dati, identificazione delle corrette fonti informative…) e, quindi, correlabili con i temi di Data Governance ora indirizzate nel settore bancario da nuove normative. Come la scarsa o non efficace documentazione possa essere una delle cause più importanti è sottolineato dal fatto che altri possibili motivi non abbiano avuto lo stesso consenso. Ad esempio, solamente il 48% degli esperti ritiene che le problematiche della qualità del software derivino da un calo della professionalità e competenza degli sviluppatori e che questo dipenda datariffe professionali basse. È controverso, invece, l’annoso tema riferito al corretto dialogo tra gli esperti di business e le risorse It, che potrebbe avere come risultato una non efficace raccolta dei requisiti utenti (con evidenti impatti negativi sulle analisi funzionali e tecniche); i risultati della survey in tal senso non sono così chiari e netti anche se sembrerebbero escludere sostanziali problemi di comunicazione tra gli operatori e le risorse It.

Il tema della documentazione è quindi centrale e ricorrente nei diversi pareri espressi nel sondaggio: gli intervistati evidenziano allo stesso tempo l’importanza della documentazione e la sua sostanziale inadeguatezza attuale. Tale inadeguatezza è per l’84% degli intervistati derivante dalle ristrettezze di budget che impediscono la copertura delle attività di documentazione del software e dal fatto che la gran parte delle risorse disponibili sono assorbite dalle nuove esigenze”.

Banche, indagine Deloitte: la qualità del software è di notevole importanza per supportare il business ultima modifica: 2015-11-21T13:13:08+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: