Banche italiane: l’outlook di Moody’s resta negativo

L’agenzia, si legge può legge in un comunicato, ha notato un intensificarsi di questi fattori negativi nel 2012 e prevede che il trend continuerà. “Sebbene le banche abbiano rafforzato le posizioni patrimoniali, i livelli di capitale rimangono vulnerabili e al di sotto di quelli degli altri grandi sistemi bancari europei”, e “la combinazione di sviluppi negativi prolungati, alcuni dei quali oltre le precedenti previsioni di Moody’s, e il continuo rischio di frenata, determinano l’outlook negativo e la pressione sul sistema bancario italiano”. Così, in un momento in cui “le condizioni operative sono difficili e probabilmente resteranno problematiche per 12-18 mesi” e il Prodotto interno lordo italiano si dovrebbe contrarre tra il 2 e il 3% nel 2012 e attestare tra meno 1% e 0 nel 2013, “la qualità degli asset delle banche continuerà a deteriorarsi nel periodo considerato rispetto a livelli gia’ deboli”.

Banche italiane: l’outlook di Moody’s resta negativo ultima modifica: 2012-11-20T11:10:30+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: