Banche, lavoratori del credito in sciopero contro al disdetta del contratto nazionale da parte dell’Abi

Uilca LogoBancari in sciopero contro la disdetta del contratto nazionale da parte dell’Abi. Nella giornata di oggi i lavoratori del credito hanno incrociato le braccia contro la decisione dell’Associazione della banche italiane di rescindere unilateralmente il contratto collettivo di lavoro.

Per la Uilca allo sciopero ha avuto “oltre il 90% di partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori del credito alla mobilitazione, la quasi totalità delle filiali chiuse: è stata quindi altissima e determinata l’adesione e dei lavoratori bancari allo sciopero indetto contro l’Abi, per la sua grave decisione di disdettare unilateralmente il Contratto Nazionale del settore con oltre otto mesi di anticipo sulla scadenza”.

Il vicepresidente dell’Abi Francesco Micheli ha dichiarato ai microfoni di Radio Rai: “Siamo sicuramente disponibili al confronto, cosa che abbiamo auspicato e ribadito nel momento stesso cin cui abbiamo dato la disdetta del contratto: sulla trattativa non abbiamo nessuna chiusura preconcetta e questo i sindacati lo sanno”. L’associazione, ha aggiunto Micheli, “ha disdetto il contratto con 3 mesi di anticipo chiarendo al sindacato che questo esprime la volontà di metterci al tavolo da subito, da ora per ridiscutere completamente un contratto che a parere delle banche in questo momento, sia dal punto di vista normativo sia dal punto di vista economico, è considerato unanimemente insostenibile”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Banche, lavoratori del credito in sciopero contro al disdetta del contratto nazionale da parte dell’Abi ultima modifica: 2013-10-31T16:55:26+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: