Banche, negli ultimi 12 mesi sofferenze in crescita del 22,3%

SofferenzeNegli ultimi 12 mesi i crediti bancari in sofferenza delle banche italiane hanno toccato i 139,8 miliardi di euro, con una crescita su base annua del 22,3%. Lo si apprende dall’aggiornamento semestrale dello studio di PricewaterhouseCoopers (Pwc) sul mercato dei non performing loan.

Da quando è esplosa la crisi economica globale, sottolineano gl autori dell’analisi, i crediti deteriorati iscritti nei bilanci degli istituti di credito sono passati dai 41,3 miliardi del 2008 ai quasi 140 del 2013.

Il tasso di crescita medio annuo è stato del 31%. La maggior parte dei 140 miliardi di euro di sofferenze è detenuta dalle prime 3 banche italiane.

A luglio 2013 il rapporto delle sofferenze lorde sul totale crediti era del 7,2%, valore anch’esso in rialzo dal 5,7% del luglio 2012.

Osservando i singoli segmenti di clientela si scopre che sono le Pmi quelle che hanno il rapporto sofferenze lorde sul totale crediti peggiore, con un 12,9%. Le grandi imprese hanno un rapporto dell’11,3%, la metà (6%) per la clientela retail.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Banche, negli ultimi 12 mesi sofferenze in crescita del 22,3% ultima modifica: 2013-10-24T10:59:49+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: