Banche Ue: dodici istituti indagati per alterazioni dell’Euribor

Nel riportare la notizia il giornale finanziario ha citato un documento messo a disposizione dalle autorità americane nel quale si legge uno scambio di mail fra due dipendenti della Barclays. Nell’ottobre del 2006 un trader scrisse al suo collega responsabile di comunicare i dati alla Ebf, la European banking federation (l’organismo che fissa giornalmente l’Euribor), e riferendosi al tasso interbancario chiese: “Vorrei che fosse molto, molto, molto alto… Puoi essermi di aiuto?”. Una richiesta cui il collega rispose: “Cerchiamo sempre di fare del nostro meglio per essere di aiuto”.

In base a quanto si legge sul Wsj, oltre a procedere nell’inchiesta sulle violazioni compiute in passato, l’Ue starebbe valutando la possibilità di sottrarre alla Ebf la responsabilità di fissare l’Euribor, come accadrà a breve alla British banker’s association, alla quale la Financial services authority (una sorta di Consob britannica) toglierà la possibilità di determinare il livello del Libor.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Banche Ue: dodici istituti indagati per alterazioni dell’Euribor ultima modifica: 2012-12-11T10:45:47+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: