Banco Bpm cede pro-soluto crediti unsecured in sofferenza per circa 1,8 miliardi lordi

Banco Bpm LogoIl cda di Banco Bpm ha deliberato di procedere alla vendita pro-soluto di due portafogli di crediti in sofferenza di natura chirografaria (“unsecured”): un portafoglio denominato Large, composto da circa 370 debitori in procedura concorsuale con Gbv superiore a un milione, e uno denominato Mid, composto da circa 16.400 debitori con Gbv inferiore a un milione. L’ammontare nominale complessivo è pari a circa 1,8 miliardi lordi al 30 settembre 2017.

L’operazione giunge al termine di due distinti processi competitivi condotti parallelamente che hanno visto il coinvolgimento di oltre 50 investitori, nazionali e internazionali.

Alla fine del processo competitivo, l’offerta migliore per il Portafoglio Large è stata presentata da J Invest Spa, società di investimento italiana specializzata nell’acquisto di Npl unsecured, mentre Hoist Finance, uno dei principali investitori finanziari in Npl, quotato al Nasdaq di Stoccolma, si è aggiudicato il Portafoglio Mid.

Le cessioni verranno perfezionate entro il 31 dicembre 2017. L’operazione si profila come la più grande cessione pro-soluto di crediti unsecured finora compiuta sul mercato italiano: al suo perfezionamento, il totale delle cessioni di sofferenze realizzate a partire dal 2016 a valere sul programma di de-risking incluso nel Piano Strategico 2016-19, che prevede la cessione di 8 miliardi di Npl entro il 2019, supererà 4,5 miliardi, con risultati superiori in termini di ammontare e prezzo a quelli previsti nel Piano.

Banco Bpm si è avvalsa dell’assistenza di Banca Akros e di Ey S.p.A in qualità di advisor finanziari e dello Studio Orrick in qualità di advisor legale.

Banco Bpm cede pro-soluto crediti unsecured in sofferenza per circa 1,8 miliardi lordi ultima modifica: 2017-12-21T13:23:08+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: