Banco Popolare, approvato aumento di capitale fino 2 miliardi

L’assemblea straordinaria dei soci del Banco Popolare ha dato il via libera all’operazione di aumento di capitale fino a 2 miliardi di euro.

Approvate anche le variazioni allo Statuto sociale riguardanti l’eliminazione dell’indicazione del valore nominale delle azioni, l’adeguamento alle novità legislative di parti dello Statuto, la revisione delle quote da assegnarsi a sostegno dei territori, la possibilità del collegamento a distanza per la partecipazione alle assemblee.
L’aumento di capitale consentirà al Banco Popolare di migliorare i coefficienti patrimoniali. Al 30 giugno 2010 il Tier 1 Capital ratio si attestava al 7,6%; il Core Tier 1, al 6,1%; il Total Capital ratio, al 10,3%.

Il rafforzamento patrimoniale contribuirà al rimborso dei cosiddetti Tremonti bond, emessi per un importo di 1,45 miliardi di euro. Questa operazione aumenterà la capacità di autofinanziare la crescita patrimoniale e di corrispondere utili per gli azionisti – precisa una nota dell’istituto -. L’atteso incremento dei coefficienti patrimoniali consentirà al gruppo di anticipare l’allineamento ai più stringenti requisiti, in corso di introduzione, riguardanti le dotazioni minime patrimoniali (Basilea III) e per i quali è ragionevole prevedere il ricorso al mercato dei capitali da parte di altri intermediari creditizi”.

Da ultimo, la maggiore solidità patrimoniale attesa quale esito dell’operazione permetterà di “limitare le dismissioni agli asset non core, e solo in presenza di offerte autenticamente vantaggiose”.

Nell’ambito dell’operazione di aumento di capitale è stato costituito un consorzio di garanzia i cui componenti si sono impegnati nei confronti del Banco Popolare a sottoscrivere l’aumento di capitale per l’intera parte eventualmente rimasta inoptata al termine dell’offerta. Il consorzio è formato da: Mediobanca – Banca di Credito Finanziario e BofA Merrill Lynch quali joint global coordinators e joint bookrunners. Credit Suisse, Deutsche Bank e Goldman Sachs interverranno quali joint bookrunners. Banco Santander, Crédit Agricole Cib, Equita Sim, Ing, Keefe, Bruyette & Woods, MPS Capital Services, RBC Capital Markets, The Royal Bank of Scotland e Société Générale Corporate & Investment Banking parteciperanno come co-lead managers.

Banco Popolare, approvato aumento di capitale fino 2 miliardi ultima modifica: 2010-12-13T09:16:39+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: