Banco Popolare, fusione per incorporazione del Credito Bergamasco

Banco Popolare LogoBanco Popolare ha reso noto che in data odierna è stato stipulato l’atto di fusione per incorporazione del Credito Bergamasco nella controllante Banco Popolare.

L’atto di fusione, si legge in una nota, prevede che gli effetti civilistici della fusione decorrano dal primo giugno 2014, purché entro tale data abbia avuto luogo l’ultima delle iscrizioni dell’atto di fusione presso i competenti Registri delle Imprese.

Gli effetti contabili e fiscali decorreranno invece dal primo gennaio 2014. Le azioni ordinarie Banco Popolare di nuova emissione a servizio del concambio della fusione, nel rapporto di n. 1,412 azioni ordinarie Banco Popolare di nuova emissione ogni n. 1 azione ordinaria Credito Bergamasco saranno messe a disposizione degli azionisti di Credito Bergamasco, in regime di dematerializzazione in gestione accentrata presso Monte Titoli S.p.A., a partire dal 2 giugno 2014.

Le azioni ordinarie Banco Popolare che verranno emesse e assegnate in concambio agli azionisti Credito Bergamasco avranno godimento regolare e attribuiranno ai loro titolari diritti equivalenti a quelli spettanti ai titolari delle azioni ordinarie Banco Popolare in circolazione alla data di efficacia della fusione. Le azioni ordinarie Credito Bergamasco cesseranno di essere quotate sul Mercato Telematico Azionario a decorrere dal 2 giugno 2014. A decorrere dalla data di efficacia della fusione, il capitale sociale di Banco Popolare sara’ aumentato di Euro 300.582.215, mediante emissione di n. 19.332.744 azioni ordinarie Banco Popolare senza indicazione del valore nominale. 

Leggi il comunicato

Banco Popolare, fusione per incorporazione del Credito Bergamasco ultima modifica: 2014-05-26T23:50:28+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: