Banco Popolare, il risultato normalizzato del primo semestre risulta positivo per 77,3 milioni

Banco Popolare LogoIl consiglio di amministrazione del Banco Popolare ha approvato la relazione finanziaria semestrale del Gruppo al 30 giugno 2014.

Il perfezionamento con pieno successo nel corso del secondo trimestre dell’operazione di aumento di capitale e della fusione per incorporazione del Credito Bergamasco unitamente all’ottenimento

dell’autorizzazione all’adozione dei propri modelli interni per il calcolo dei requisiti patrimoniali per i rischi operativi hanno permesso al Banco Popolare di rafforzare significativamente la propria posizione patrimoniale, si legge in una nota.

Applicando la normativa in vigore comprensiva delle regole che disciplinano il periodo transitorio, il Common Equity Tier 1 ratio (“phased in”) al 30 giugno 2014 è pari al 13,3% (13,5%

includendo gli effetti dell’incorporazione di Italease) rispetto al 10,1% del 31 marzo. Applicando le regole che saranno in vigore al termine del periodo transitorio il CET1 ratio (“fully phased”) è pari all’11,3% (11,4% includendo gli effetti dell’incorporazione di Italease) rispetto al 7,5% del 31 marzo 2014.

Sotto il profilo reddituale, il risultato economico di periodo è positivo per 31 milioni (6 milioni al netto della variazione positiva del proprio merito creditizio FVO). Il Gruppo conferma anche nel primo semestre il buon livello dei proventi operativi che ammontano a 1.798 milioni in leggero calo rispetto ai 1.820 milioni del corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Confermata anche l’attenzione al contenimento degli oneri operativi che si attestano a 1.087 milioni (-1,6% rispetto al 30 giugno 2013), grazie alla riduzione sia delle spese del personale (-1,6%) sia delle altre spese amministrative (-5,1%). Il risultato della gestione operativa pari a 711 milioni risulta di poco inferiore ai 715 milioni realizzati nel primo semestre 2013.

In un contesto economico nazionale che non ha evidenziato miglioramenti significativi, il Gruppo ha mantenuto anche nel primo semestre 2014 i parametri valutativi più conservativi già adottati nella redazione del bilancio al 31 dicembre 2013 registrando rettifiche nette di valore su crediti per 620 milioni equivalenti ad un costo del credito annualizzato pari a 137 punti base rispetto ai 92 punti base del primo semestre 2013.

Di seguito alcuni dei principali risultati del semestre:

Posizione patrimoniale significativamente rafforzata:

– CET 1 ratio “phased in” al 30 giugno 2014 al 13,3%;

– CET 1 ratio “phased in” al 30 giugno pro-forma (considerando gli effetti della incorporazione di Banca Italease) al 13,5%;

– CET 1 ratio “fully phased” pro forma all’11,4%.

Profilo di liquidità eccellente:

– gli indici LCR e NSFR sono superiori ai target attualmente richiesti da Basilea 3 e si collocano al di sopra del 100%;

– rimborsati anticipatamente 2,8 miliardi di finanziamenti LTRO.

Risultato economico di periodo positivo per 31 milioni (6 milioni al netto della FVO) e risultato “normalizzato” pari a 77 milioni

Principali indicatori di conto economico:

proventi operativi a 1.798 milioni (-1,2% rispetto al 30 giugno 2013; +1,4% rispetto al primo trimestre 2014);

– oneri operativi a 1.087 milioni (-1,6% rispetto al 30 giugno 2014 e -4,1% rispetto al primo trimestre 2014);

– risultato della gestione operativa pari a 711 milioni in linea con il primo semestre 2013 (+10,4% rispetto al 31 marzo 2014);

– costo del credito a 620 milioni pari a 137 punti base annualizzati.

Leggi il comunicato integrale

Banco Popolare, il risultato normalizzato del primo semestre risulta positivo per 77,3 milioni ultima modifica: 2014-08-10T11:37:09+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: