Banco Popolare: ottenuta l’autorizzazione dell’Organo di Vigilanza ad adottare i modelli interni per la misurazione dei rischi di credito e dei rischi di mercato

Il Banco Popolare ha ricevuto le autorizzazioni dell’Organo di Vigilanza che consentiranno al Gruppo di adottare i propri modelli interni ai fini della misurazione dei rischi di credito e di mercato fin dal 30 giugno 2012. Si tratta di un passo fondamentale nell’ambito del processo di rafforzamento patrimoniale del Gruppo previsto nell’ambito del piano inviato all’EBA per il tramite dell’Organo di Vigilanza nazionale.

Come previsto dalla normativa, l’Organo di Vigilanza, nel proprio provvedimento autorizzativo, ha indicato il livello minimo consolidato del requisito patrimoniale a fronte dei rischi di credito, mercato, controparte e operativo nell’85% (floor) del requisito patrimoniale calcolato in base alle disposizioni delle Istruzioni di Vigilanza per le Banche in vigore alla fine del 2006 (cosiddetto “Basilea 1”).

Sulla base delle stime sviluppate internamente, si ipotizza che l’adozione dei modelli interni comporterà un decremento significativo del livello delle attività di rischio ponderato ed un impatto positivo di circa 200 bps sul Core Tier 1 ratio (stima basata sui dati consuntivi riferiti al 31 marzo 2012).

Sulla base di tali stime il Core Tier 1 ratio pro-forma raggiungerebbe il 9,4% chiudendo quasi totalmente il gap rispetto ai livelli patrimoniali obiettivo suggeriti dall’EBA, comprensivi del requisito patrimoniale addizionale destinato a fronteggiare il rischio sovrano.

Leggi il comunicato

Banco Popolare: ottenuta l’autorizzazione dell’Organo di Vigilanza ad adottare i modelli interni per la misurazione dei rischi di credito e dei rischi di mercato ultima modifica: 2012-05-21T09:54:44+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: