Bank of England, tassi fermi allo 0,5%

Bank of England

La sede della Bank of England

Al termine del meeting mensile di politica monetaria la Bank of England ha deciso di lasciare invariato il costo del denaro al minimo storico dello 0,50%. La scelta della “Old Lady of Threadneedle Street” rispecchia le previsioni degli economisti e degli analisti che erano unanimemente orientati verso l’ipotesi di tassi invariati.

Le previsioni indicano tassi fermi fino al secondo trimestre dell’anno prossimo, quando l’istituto centrale britannico dovrebbe tornare ad alzare il costo del denaro.

Nessuna variazione neanche nel programma di quantitative easing della BoE, che da tempo ha già raggiunto il tetto previsto di 375 miliardi di sterline.

In un momento in cui le pressioni inflazionistiche restano nettamente contenute il governatore dell’istituto Mark Carney ha preferito dunque prendere tempo e non toccare il tasso di sconto, e questo anche se l’indice Halifax di febbraio ha evidenziato il maggior ritmo di crescita dei prezzi delle abitazioni in Gran Bretagna dal 2009.

Carney tuttavia ha sempre dichiarato di ritenere che il settore immobiliare non rientri tra le responsabilità di politica monetaria della Bank of England, sebbene debba comunque essere soggetto a monitoraggio per verificare l’eventuale presenza di bolle.

Bank of England, tassi fermi allo 0,5% ultima modifica: 2014-03-07T10:34:36+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: