Bank of England, tassi invariati

Bank of England

La sede della Bank of England

Nel corso dell’ultima riunione la Bank of England ha lasciato invariati i tassi di interesse e il quantitative easing. Dai verbali della riunione della BoE emerge una revisione al ribasso delle stime sull’inflazione del Regno Unito, determinata dal recente recupero della sterlina. Ciò significa che le probabilità di un rialzo dei tassi sono diminuite.

Nonostante le aspettative sulla presidenza Trump, la BoE ha sottolineato la fragilità crescente delle prospettive globali. La Cina, l’Ue e anche alcuni mercati emergenti non hanno fatto altro che aumentare le incertezze politiche. La BoE ripone molta fiducia nei confronti degli sforzi di Donald Trump volti ad accelerare la spesa pubblica che gioveranno all’economia globale. “Da novembre i tassi di interesse a lungo termine sono aumentati a livello internazionale, anche nel Regno Unito. Ciò riflette in parte le aspettative su una politica fiscale più flessibile negli Usa”, si legge nei verbali.

La BoE ha ribadito la sua decisione di non toccare né tassi di interesse né quantitative easing in quanto poco o nulla è cambiato rispetto al report sull’inflazione di novembre.

Articoli che potrebbero interessarti:

Bank of England, tassi invariati ultima modifica: 2016-12-23T16:18:06+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA