Bank of England, timori per il basso livello dell’inflazione

Bank of England

La sede della Bank of England

Martin Weale e Ian McCafferty, del comitato di politica monetaria della Bank of England continuano a ritenere necessario un aumento dei tassi di interesse. Lo si apprende dalle minute dell’ultima riunione dell’istituto, pubblicate oggi.

I due membri hanno iniziato a votare per un incremento del tasso di scambio interbancario, attualmente allo 0,5%, già ad agosto, sostenendo che i tempi sono maturi per riportare i tassi a un livello maggiore. Un’opinione confermato nel corso dell’ultima seduta, nel corso della quale i due economisti hanno sottolineato che all’incremento dei salari dei lavoratori del Regno Unito previsto per l’anno prossimo dovrebbe corrispondere una politica monetaria più restrittiva.

Contro questa visione restano però schierati gli altri cinque membri dell’organo della BoE, preoccupati soprattutto del basso livello dell’inflazione. A questo proposito il governatore Mark Carney ha spiegato che, sebbene di per sé il crollo del prezzo del petrolio che si è venuto a determinare in questi giorni sia positivo per l’economia britannica, non è detto che le conseguenze di tale contrazione non vadano a determinare un ulteriore diminuzione del livello dell’inflazione stessa.

Bank of England, timori per il basso livello dell’inflazione ultima modifica: 2014-12-17T20:24:41+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: