Bankitalia, emanati i nuovi indicatori di anomalia rivolti alle banche e agli intermediari del settore finanziario

Sono stati emanati da Banca d’Italia, su proposta della UIF e sentito il Comitato di Sicurezza Finanziaria, gli indicatori di anomalia rivolti alle banche e agli intermediari del settore finanziario. Gli indicatori di anomalia intendono agevolare la valutazione da parte degli intermediari sugli eventuali profili di sospetto di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo ai fini dell’invio di una segnalazione alla UIF.

Le disposizioni sono contenute in un provvedimento, composto da sette articoli, e in un allegato contenente 21 indicatori di anomalia (articolati in molteplici sub-indici). Tali indicatori concernono il profilo soggettivo del cliente; le operazioni illogiche, inusuali, incompatibili o effettuate tramite il ricorso a terzi; le modalità di pagamento; le operazioni in strumenti finanziari, i contratti assicurativi sulla vita e il finanziamento del terrorismo.

I nuovi indicatori aggiornano il contenuto del “Decalogo” del 2001 alla luce dell’analisi finanziaria delle operazioni sospette maturata nell’ultimo decennio e delle esperienze delle Financial Intelligence Units estere.

Il testo è stato definito avvalendosi del contributo dell’ISVAP e della CONSOB e dei suggerimenti forniti dalla Guardia di Finanza e dal Ministero dell’economia; si è tenuto anche conto delle osservazioni svolte dalle principali associazioni di categoria degli intermediari.

Leggi il provvedimento

Bankitalia, emanati i nuovi indicatori di anomalia rivolti alle banche e agli intermediari del settore finanziario ultima modifica: 2010-08-29T21:25:58+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: