Bankitalia: rilievi molto duri su portafoglio e policy creditizie di BPM, oggi si riunisce il CdA

 BPM conferma che il consiglio di amministrazione di oggi definirà le controdeduzioni in relazione agli esiti dell’accertamento ispettivo di Banca d’Italia conclusosi nel marzo 2011. Si precisa – si legge in una nota – che il bilancio annuale 2010 e la prima trimestrale 2011 riflettono già le osservazioni dell’Organo di Vigilanza”.

 

La relazione ispettiva di Banca d’Italia, stando alle ultime indiscrezioni, avrebbe contenuti molto duri riguardo alle modalità di classificazione ed erogazione dei crediti. Gli ispettori avrebbero rilevato 2,4 miliardi di crediti problematici, ben più elevati di quanto rilevato dalla banca (un miliardo).

Le differenze riguarderebbero le modalità di riclassificazione fra incagli e sofferenze, dato che il totale delle due categorie è simile (circa 900 milioni) fra quanto rilevato da via Nazionale e dalla banca. Bankitalia avrebbe inoltre identificato 811 milioni di previsioni di perdita contro i 162 milioni rilevati internamente.

Risulterebbero, inoltre, un’esposizione di 500 milioni verso il gruppo Ligresti, un ridotto ricorso alle garanzie e alle analisi di merito creditizio nei confronti di alcuni clienti large corporate (Impregilo, Ligresti, Ferroli, Techint, Metinvest) e crediti per 24 milioni di euro verso alcune società che sarebbero stati erogati per un intervento del presidente nonostante il parere negativo dell’ufficio crediti.

Bankitalia: rilievi molto duri su portafoglio e policy creditizie di BPM, oggi si riunisce il CdA ultima modifica: 2011-06-07T13:37:24+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: