Barclays acquista gli asset britannici di Ing Direct

La transazione, scrive Milano Finanza, fornirà un contributo positivo immediato al Roe di Barclays e non avrà un impatto sostanziale sul Core Tier 1, mentre per Ing si tradurrà in una minusvalenza di 320 milioni di euro. Il gruppo olandese ha tuttavia sottolineato che la cessione libererà capitali per circa 330 milioni di euro grazie alla riduzione delle attività ponderate per il rischio e avrà un impatto neutro sul Core Tier 1. Il deal, subordinato all’approvazione da parte delle autorità preposte, dovrebbe essere completato entro il secondo trimestre del 2013.

Per Barclays questa acquisizione rappresenta l’ennesima manifestazione della volontà di impegnarsi verso il retail banking dopo anni di concentrazione sull’investment banking. “Abbiamo intenzione di mantenere gli alti standard di servizio e di garantire le condizioni in materia di termini contrattuali già sperimentate dai clienti con Ing Direct UK”, ha sottolineato Ashok Vaswani, capo del settore britannico del retail banking dell’istituto. Ing, invece, guarda alla cessione come all’ultima tappa di un programma che ha come obiettivo la riorganizzazione della struttura operativa.

La vendita di asset, d’altro canto, è la condizione imprescindibile che la Commissione europea ha posto per la concessione del via libera definitivo ai 10 miliardi di aiuti statali erogati dal governo Olandese nel 2008.

Barclays acquista gli asset britannici di Ing Direct ultima modifica: 2012-10-10T11:36:54+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: