Barclays: il presidente si dimette

Il presidente della banca britannica Barclays, Marcus Agius, ha rassegnato questa mattina le dimissioni, assumendosi la piena responsabilità dello scandalo che ha travolto l’istituto. Agius si è dimesso in quanto “massimo guardiano della reputazione della banca”.

Mercoledì scorso Barclays ha ricevuto una multa del valore di 453 milioni di dollari per aver alterato il valore del tasso Libor, azione che gli ha fruttato guadagni illecitamente.

Dopo quasi 6 anni alla guida dell’istituto, Agius ha dichiarato: “Il rimpallo delle responsabilità si ferma a me, devo ammettere la responsabilità mettendomi da parte”.

Agius ha aggiunto che Michael Rake, direttore indipendente della banca, è stato icaricato di portare avanti un’indagine interna su tutte le pratiche del passato, al termni della quale sarà pubblicato una relazione e sarà sviluppato un nuovo e vincolante codice di condotta.

La banca aveva annunciato mercoledì scorso di voler pagare 360 milioni di euro per mettere fine alle inchieste delle Authority britannica e statunitense sui tentativi di manipolazione dei tassi interbancari Euribor e Libor, che definiscono non solo il tasso di interesse dei prestiti fra istituti ma anche indirettamente quelli dei crediti concessi a famiglie e imprese.

Agius resterà in carica fino alla nomina di un successore, la cui ricerca è stata affidata a Sir John Sunderland.

Barclays: il presidente si dimette ultima modifica: 2012-07-02T09:38:03+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: