Barometro Visa Europe: consumi in contrazione del 2,3% nel secondo trimestre dell’anno

In linea con la recessione in corso, nel secondo trimestre 2012 l’Italia con meno 7,0%, la Spagna con -3,8% e lo UK con -4,7% hanno registrato un marcato decremento di spesa anno su anno per i consumi mentre la Francia registra un meno 1%. Altrove, gli Stati più colpiti dalla crisi della Eurozona hanno registrato i peggiori risultati con la Grecia che riporta una grave caduta dei consumi nel corso del periodo, seguita da Irlanda e Portogallo..

Philip Symes, chief financial officer di Visa Europe ha commentato: “La spesa per i consumi nella maggiore economia UE, la Germania, è cresciuta nel secondo trimestre di quest’anno e si è confermata la forte crescita di buona parte degli stati membri dell’Europa Orientale. Tuttavia questo è insufficiente a equilibrare i livelli di spesa negativi in importanti economie quali Italia, Spagna e UK e la contrazione dei consumi che abbiamo visto nel primo trimestre in tutta l’area UE ha subito un’accelerazione nel secondo trimestre”.

Diversamente dagli altri indici o ricerche, basati su indicazioni di tendenza o rilevamento di opinioni in particolari settori, il Barometro di Visa Europe fornisce un’accurata fotografia dei consumi effettivi nei paesi della UE e sottolinea chiaramente la preferenza tra i consumatori europei nell’uso delle carte per i pagamenti con 1 Euro su 7speso in Europa dai consumatori, effettuato su carte Visa.

Il Barometro “EU Consumer Spending Barometer” di Visa Europe

Più di 1 Euro su 7 speso dai consumatori nell’Unione Europea è effettuato su una carta Visa, con oltre il 70% di questa spesa realizzato su carte di debito Visa. Ciò significa che il Barometro fornisce una visione dettagliata e puntuale sulla salute delle spese per i consumi nell’Unione Europea.

II Barometro “EU Consumer Spending Barometer” è basato sulle transazioni effettuate su tutte le carte Visa emesse  – di debito, di credito e prepagate. Markit ha sviluppato il Barometro creando un modello che si rapporta ai dati grezzi delle transazioni con una serie di fattori.

Prima i dati vengono deflazionati dai cambiamenti nel numero delle carte Visa emesse in modo da rilevare la crescita effettiva dei volumi. Successivamente, viene operato un aggiustamento per bilanciare la preferenza dei consumatori nell’uso delle carte. Questa operazione si basa sulla valutazione dei trend su carte Visa per prelievo di contanti e transazioni ai terminali POS. Infine, vengono applicati i valori di inflazione e dei cambi negli indici di prezzo al consumo per fornire un indicatore degli effettivi cambiamenti nelle spese per i consumi delle famiglie.

Negli ultimi anni i dati Visa hanno mostrato una forte correlazione con le statistiche ufficiali rivelandosi un forte indicatore a supporto dei dati ufficiali relativi ai consumi interni e al prodotto interno lordo. In particolare, i dati di Visa coprono una gamma ampia di settori, non limitandosi solo sul settore del retail,  grazie anche al fatto che le carte sono sempre più utilizzate per pagamenti di utenze e tasse.

Per consultare la versione integrale del Barometro “EU Consumer Spending Barometer” di Visa Europe  http://www.visaeurope.com/en/newsroom.aspx

Barometro Visa Europe: consumi in contrazione del 2,3% nel secondo trimestre dell’anno ultima modifica: 2012-09-17T11:24:10+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: